€ 12.25€ 12.90
    Risparmi: € 0.65 (5%)
Spedizione GRATUITAsopra € 25
Disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
La bambola del Cisternino. Un'indagine del commissario Botteghi

La bambola del Cisternino. Un'indagine del commissario Botteghi

di Diego Collaveri


  • Editore: Frilli
  • Collana: Tascabili. Noir
  • Data di Pubblicazione: 2017
  • EAN: 9788869432002
  • ISBN: 8869432009
  • Pagine: 300
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

Livorno. L'omicidio di una vecchia prostituta nei pressi del Cisternino risveglia nel commissario Botteghi ricordi sepolti dell'infanzia, tanto da divenire quasi una questione personale. Frustrato per gli scarsi risultati, non molla l'indagine neppure quando il Questore gli impone un caso più risonante. Un imprenditore edile, autore di importanti restauri storici della città, è stato trovato morto nel parco di Villa Corridi. Tra regolamenti di conti, inseguimenti nei sotterranei della città, un misterioso killer e un vecchio traffico di droga, le due indagini finiranno per intrecciarsi tra loro in un sottile gioco di parti, così inaspettato da mettere a dura prova le capacità investigative di Botteghi. Riuscirà il commissario a scoprire l'incredibile verità nascosta all'ombra dell'antico acquedotto Leopoldino? Un malinconico viaggio attraverso storie di vita cui non è concessa redenzione, cullati dalla melodia di una famosa canzone degli anni '60.

Tutti i libri di Diego Collaveri

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano La bambola del Cisternino. Un'indagine del commissario Botteghi acquistano anche Teresa Papavero e lo scheletro nell'intercapedine di Chiara Moscardelli € 15.20
La bambola del Cisternino. Un'indagine del commissario Botteghi
aggiungi
Teresa Papavero e lo scheletro nell'intercapedine
aggiungi
€ 27.45

Voto medio del prodotto:  5 (5 di 5 su 1 recensione)

5Giallo e cultura a Livorno, 16-08-2018
di - leggi tutte le sue recensioni
Livorno sicuramente non può competere con le altre Città d'Arte toscane che la circondano in fatto di quantità di opere d'arte e architettura, non fosse altro per la sua origine più recente, ma nessun livornese ne scambierebbe il suo profumo di mare in una giornata di Libeccio con l'ammirazione per il genio rinascimentale manifestatosi in misura sconfinata a Pisa, Lucca, Firenze e in cento altri grandi centri e piccoli borghi. In questo romanzo Collaveri manifesta attraverso il suo personaggio Botteghi nell'amore dichiarato per la sua città, che esprime ripetutamente, dalle semplici dichiarazioni di apprezzamento per i tramonti che belli come qui, alle godibilissime descrizioni di opere di architettura e di ingegneria quali l'Acquedotto Leopoldino (o di Colognole) e il cosiddetto Cisternino, poco conosciute nel dettaglio anche a gran parte dei suoi concittadini, che sicuramente gli sono costate importanti studi e sopralluoghi, normalmente non richiesti per un romanzo giallo. Romanzo che ha peraltro una trama molto ben costruita, ricca di intersezioni e agganci, sia spaziali che temporali, con gli inevitabili ma assolutamente non eccessivi inserti di vita privata e qualche aspetto drammatico, oltre ai dovuti colpi di scena. Nel complesso lettura piacevolissima, nell'alternanza di un bel giallo dazione con qualche dissertazione culturale ma non didascalica perché pur sempre finalizzata allo svolgimento della trama.
Ritieni utile questa recensione? SI NO