€ 9.50€ 10.00
    Risparmi: € 0.50 (5%)
Disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Atti innaturali, pratiche innominabili

Atti innaturali, pratiche innominabili

di Donald Barthelme

  • Editore: Minimum Fax
  • Collana: Minimum classics
  • Traduttore: Carano R.
  • Data di Pubblicazione: febbraio 2005
  • EAN: 9788875210373
  • ISBN: 8875210373
  • Pagine: 158
  • Formato: brossura
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Trama del libro

Dopo "Ritorna, dottor Caligari", un'altra raccolta di short stories di Donald Barthelme. Lo stile di Barthelme è quello sperimentale e pirotecnico che i lettori già conoscono; nei suoi racconti è facile trovare una metropoli contemporanea invasa dai pellerossa, un pallone aerostatico che si espande fino a coprire il cielo di Manhattan, un Esame Nazionale per gli Scrittori con tanto di diploma finale, e Bob Kennedy in mantellina nera, maschera e spada: Barthelme riesce come nessun altro a mescolare i materiali pop della cultura americana, a ridisegnare l'universo in maniera esilarante, inquietante o commovente. Con una prefazione di Aimee Bender.

I libri più venduti di Donald Barthelme

Vedi tutti

Voto medio del prodotto:  2 (2 di 5 su 2 recensioni)

2Brevi racconti assurdi, 29-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Secondo tentativo di leggere Barthelme decisamente fallito, quantunque lui sia uno degli scrittori che ha ispirato Foster Wallace decisamente adoro. Evidentemente il sillogismo non sempre è calibrato. Brevi sprazzi che ogni tanto mi hanno spronato a continuare la lettura, ma niente di più. Cosa ci sia tra noi che non faccia lavorare a dovere il rapporto ancora non me lo spiego, ma non riesco a comprendere la genialità in quel che leggo, mi lascia di ghiaccio, spesso trovo i racconti inconcludenti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2Atti innaturali, pratiche innominabili, 31-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Penso che questo libro non possa meritarsi più di 2. Pur amando il surreale e il paradossale (non posso certo negarlo, visto il mio Genius!), devo quindi semplicemente ammettere di aver dato un voto basso per manifesta incapacità, personale, di apprezzare come si dovrebbe un libro poco emozionale ma, piuttosto, magico nel creare situazioni alla Magritte. Visionarie, oniriche, incomprensibilmente realistiche. Epifanie di incredulità.
In definitiva, dico che è un libro di cui non ci si pente dell'acquisto, e che aiuta a comprendere meglio chi da questo autore è probabilmente partito per poi esplorare terreni più ampi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO