€ 26.32€ 28.00
    Risparmi: € 1.68 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
Assalonne, Assalonne!

Assalonne, Assalonne!

di William Faulkner


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Adelphi
  • Collana: Biblioteca Adelphi
  • Traduttore: Cambon G.
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2001
  • EAN: 9788845916472
  • ISBN: 8845916472
  • Pagine: 414

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Trama del libro

Nel gennaio del 1937, recensendo "Assalonne, Assalonne!" Borges scriveva: "Conosco due tipi di scrittore: l'uomo la cui prima occupazione sono i procedimenti verbali, e l'uomo la cui prima preoccupazione sono le passioni e le fatiche dell'uomo. Di solito si denigra il primo tacciandolo di "bizantinismo" o lo si esalta defininendolo "artista puro". L'altro, più fortunato riceve gli epiteti elogiativi di "profondo", "umano", "profondamente umano" o il lusinghiero vituperio di "barbaro". Tra i grandi romanzieri Joseph Conrad è stato forse l'ultimo cui interessavano in egual misura le tecniche del romanzo e il carattere dei personaggi. A Faulkner piace esporre il romanzo attraverso i personaggi".

I libri più venduti di William Faulkner

Tutti i libri di William Faulkner

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Assalonne, Assalonne! acquistano anche Il manuale del feng shui. Come far fluire l'energia negli ambienti in cui viviamo di Xing Wu € 11.52
Assalonne, Assalonne!
aggiungi
Il manuale del feng shui. Come far fluire l'energia negli ambienti in cui viviamo
aggiungi
€ 37.84

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 2 recensioni)

4Assalonne, Assalonne!, 31-03-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro che certamente non lesina emozioni forti. Faulkner va a fondo nella pluri narrazione, la stessa storia raccontata da più voci, spesso prolisse, ridondanti, caricature ombrose, sembrano i personaggi di una tragedia greca ma nella rappresentazione parlano le loro ombre. Decine e decine di righe anche inutili, anche noiose, volontariamente troppo ricche e grondanti immagini, allegorie, metafore. L'impaginazione Adelphi non aiuta, nel mezzo si avanza a fatica, mancano spesso le forze.
Abbandonato un anno fa, lo riprendo e gli alterno racconti di Carver, di Leoncini, di Barthelme, persino miei. Come un defaticamento, capite?
Vengo ricompensato da un finale leggendario, epico, meraviglioso, perfetto, non più troppo grasso. Perchè alla fine, interpreto, resta solo la storia da raccontare, in una camera di un appartamento universitario, dietro 100 anni dissoluti e dissolti.
Tutta la vita Thomas Sutpen, Cristo del male del 19esimo secolo, insegue un obiettivo, e che cosa prevale, nel destino?
Non lo dico, ovvio, e a tutti consiglio questo libro estenuante a cui non do cinque stellette non perchè non lo meriti ma perchè, per giudicarlo in pieno, toccherà rileggerlo nelle sue pagine inutili. Quelle, certamente, fondamentali alla sua totale comprensione.
Pochi sono i nobel della letteratura meritati, lo sappiamo. Faulkner è tra questi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Titanico , 30-09-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Faulkner è uno scrittore estremamente complesso da affrontare, nel senso che i suoi libri non possono costituire un semplice passatempo, ma impegnano intellettualmente ed emotivamente il lettore, sottoponendolo ad un notevole sforzo di attenzione e di interpretazione.
In questo romanzo, come già in “L’urlo e il furore”, convivono, marcatamente contrapposti eppure armoniosamente gestiti, l’ossequio alla tradizione più classica e lo sperimentalismo più ardito.
Questo perché sotto il profilo tematico lo scrittore riprende magistralmente motivi già visitati dai grandi narratori del passato, attingendo anche a piene mani dai toni e dai contenuti della tragedia: il fato, la vendetta, la lussuria, l’orgoglio, l’odio di razza, l’incesto, la guerra e, naturalmente, la morte…
Sono storie drammatiche e disperate quelle che narra e il modo in cui lo fa è sempre singolare, sconcertante, a tratti abbacinante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Prodotti correlati

Ultimi prodotti visti