€ 30.00
Attualmente non disponibile, ma ordinabile (previsti 15/20 giorni lavorativi)
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€Scopri come
Apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d'aria, pompe di calore e sistemi antincendio. Formazione e certificazione di installatori e manutentori

Apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d'aria, pompe di calore e sistemi antincendio. Formazione e certificazione di installatori e manutentori

di Antonio R. Soragnese


Attualmente non disponibile, ma ordinabile (previsti 15/20 giorni lavorativi)
Effettua l'ordine e cominceremo subito la ricerca di questo prodotto. L'importo ti sarà addebitato solo al momento della spedizione.
  • Editore: Legislazione Tecnica
  • Data di Pubblicazione: 2012
  • EAN: 9788862191371
  • ISBN: 8862191375
  • Pagine: 224

Descrizione del libro

Per le attività di installazione, manutenzione e riparazione di impianti e apparecchiature di refrigerazione, condizionamento dell'aria, pompe di calore e sistemi di protezione fissi antincendio, le persone e le imprese devono essere qualificate. Analogamente per il controllo delle perdite del refrigerante di tali impianti nonché per il recupero del gas utilizzato per farli funzionare. Il D.P.R. n. 43/2012, entrato in vigore il 5 maggio 2012, attua a livello nazionale le disposizioni comunitarie del cosiddetto "Patentino europeo frigoristi". Esso stabilisce gli organismi nazionali competenti, le procedure per il rilascio del certificato provvisorio delle persone e delle imprese, nonché disposizioni per la loro certificazione, per istituire il "registro delle persone e imprese certificate", per compilare il registro degli impianti e delle apparecchiature e per apporre l'etichettatura. La certificazione si deve ottenere entro sei mesi dalla costituzione del Registro e/o dal rilascio del certificato provvisorio. Per ottenere la certificazione è obbligatorio seguire un percorso formativo al termine del quale si deve superare un esame teorico pratico per ottenere la certificazione. La certificazione ha una validità di 10 anni al termine dei quali deve essere rinnovata. Il D.P.R. n. 43/2012 stabilisce anche le procedure di riconoscimento per i tecnici e le imprese che hanno ottenuto un certificato analogo in un altro Stato membro.