€ 33.25€ 35.00
    Risparmi: € 1.75 (5%)
Normalmente disponibile in 9/10 giorni lavorativi

Ne hai uno usato?
Vendilo!
Punti di ritiroScegli il punto di consegna
e ritira quando vuoiScopri come
Antonio Domenico Triva. Un artista tra Italia e Baviera

Antonio Domenico Triva. Un artista tra Italia e Baviera

di L. Longo


  • Editore: Pàtron
  • Data di Pubblicazione: luglio 2009
  • EAN: 9788855529921
  • ISBN: 8855529927
  • Pagine: 320
  • Formato: rilegato
18AppCarta docenteAcquistabile con il Bonus 18app
o la Carta del docente

Descrizione del libro

Antonio Triva è un artista capace e consapevole delle esigenze della pittura altisonante e celebrativa che, carica di umori drammatici e basata su di una movimentata scenografia barocca, contribuisce a fargli riconoscere una posizione storicamente di tutto rispetto in ambito europeo. Nato a Reggio Emilia nel 1626 lavora a Piacenza, Rovigo, Padova, Venezia, Brescia e Torino, prima di essere chiamato a Monaco nel 1669, nel pieno della maturità espressiva, dove rimane fino alla morte, avvenuta nel 1699. Figura determinante per l’aggiornamento della cultura artistica della Baviera, riuscì a interpretare le nuove esigenze celebrative della Corte monachese e diede, con coerenza e impegno di mestiere, un esempio formale di cui gli artisti locali tennero lungamente conto. Questo studio si propone di focalizzare la sua attività pittorica sulla base di un’accurata ricognizione delle opere e del sistematico approfondimento delle fonti archivistiche italiane e tedesche che hanno portato alla luce diverso materiale inedito.

Indice

Antonio Triva è un artista capace e consapevole delle esigenze della pittura altisonante e celebrativa che, carica di umori drammatici e basata su di una movimentata scenografia barocca, contribuisce a fargli riconoscere una posizione storicamente di tutto rispetto in ambito europeo. Nato a Reggio Emilia nel 1626 lavora a Piacenza, Rovigo, Padova, Venezia, Brescia e Torino, prima di essere chiamato a Monaco nel 1669, nel pieno della maturità espressiva, dove rimane fino alla morte, avvenuta nel 1699. Figura determinante per l'aggiornamento della cultura artistica della Baviera, riuscì a interpretare le nuove esigenze celebrative della Corte monachese e diede, con coerenza e impegno di mestiere, un esempio formale di cui gli artisti locali tennero lungamente conto. Questo studio si propone di focalizzare la sua attività pittorica sulla base di un'accurata ricognizione delle opere e del sistematico approfondimento delle fonti archivistiche italiane e tedesche che hanno portato alla luce diverso materiale inedito.


Ultimi prodotti visti