€ 6.80€ 8.00
    Risparmi: € 1.20 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

L' anticristo. Maledizione del cristianesimo
€ 10.00 € 9.40
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
L' anticristo. Maledizione del cristianesimo
€ 7.00 € 6.72
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
L' anticristo. Maledizione del cristianesimo

L' anticristo. Maledizione del cristianesimo

di Friedrich Nietzsche


Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli UE

Descrizione del libro

Nel 1888, incalzato dall'approssimarsi della follia che sarebbe esplosa l'anno successivo, Nietzsche scrive una successione di brevi opere nelle quali prendono nuova forma i materiali destinati alla progettata "trasvalutazione di tutti i valori". Tra queste, "L'anticristo. Maledizione del cristianesimo", il primo degli scritti postumi che Nietzsche lasciò pronti per la stampa; postumi, s'intende, rispetto alla follia, dato che la prima edizione, con sottotitolo scorretto e quattro passi censurati, è del 1895, quando Nietzsche era ancora in vita. Nel testo ritroviamo i suoi temi tipici: la compassione come strumento del nichilismo; l'analisi genealogica, a partire dall'ebraismo, del concetto di dio cristiano come prodotto del ressentiment; l'inimicizia mortale tra fede e scienza; la nefasta menzogna di ogni concetto religioso, in quanto pure finzioni escogitate a scopo di dominio. Si aprono nel testo anche zone di insospettata sottigliezza: come nei paragrafi intorno alla "psicologia del redentore", dove si traccia un ritratto peculiarissimo di Gesù, che va a sovrapporsi all'immagine dell'"idiota" dostoevskijano. Alla figura di Gesù e alla sua "buona novella" si oppone diametralmente quella di Paolo, il grande organizzatore sistematico del cristianesimo (e inventore, secondo Nietzsche, della "spudorata dottrina" dell'immortalità personale). Il cristianesimo è un grande equivoco: in fondo, scrive Nietzsche, è esistito un solo cristiano, e quello morì sulla croce.

Tutti i libri di Friedrich Nietzsche

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 2 recensioni)

5Un libro che nasconde grandi sorprese, 20-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libello fu scritto nel 1888 in concomitanza con altri scritti quali "Il caso Wagner", "Crepuscolo degli idoli" e "Ecce homo", appena prima che l'autore s'abbandonasse alla pazzia. Questo fattore non faccia tirare conclusioni affrettate, non fu la pazzia a guidare il filosofo in questa chiusura dei conti con il cristianesimo. L'idea che veramente interessa all'interno dell'agile volumetto consiste nella critica all'uomo moderno, all'uomo debole, alla morale e alla metafisica classiche. L'uomo cristiano è colui che viene identificato da Nietzsche in tale tipo di degenerazione. Non l'uomo cristiano tout court, ma l'uomo cristiano "istituzionalizzato", cattolico e protestante che sia - a riprova di questo sta la grande valutazione di Cristo da parte dell'autore, affiancato in un'analogia sorprendente all'eroe nietzschiano per eccellenza, quel Dioniso che pure si nasconde dietro lo Zarathustra.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4L'oppio dei poveri in un altra chiave ...., 08-09-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo è il titolo più appropriato per questo libro.
Perché, in effetti, Nietzche si scaglia soprattutto contro chi il cristianesimo l'ha 'codificato', aggiungendo concetti inesistenti nella buona novella 'originale', per così dire, quella diffusa da Cristo e cancellando, grazie a Costantino, tutti i riferimenti al femminino sacro, consolidando la posizione assolutamente dominante dell'uomo, nel senso di maschio, all'interno della gerarchia ecclesiastica. Ma questa è un'altra storia...)
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Ultimi prodotti visti