€ 10.34€ 11.00
    Risparmi: € 0.66 (6%)
Disponibilità immediata solo 1pz.
Ordina entro 44 ore e 54 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo giovedì 30 marzo   Scopri come
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Andreotti. La vita di un uomo politico, la storia di un'epoca

Andreotti. La vita di un uomo politico, la storia di un'epoca

di Massimo Franco


Disponibilità immediata solo 1pz.
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar storia
  • Data di Pubblicazione: gennaio 2010
  • EAN: 9788804595632
  • ISBN: 8804595639
  • Pagine: 371
  • Formato: brossura
Questo libro è la biografia di un "sopravvissuto" un po' speciale: due guerre mondiali, sette papi, monarchia, fascismo, prima e seconda Repubblica, e ben sei processi per mafia. È la storia delle due vite (una precedente e una successiva ai clamorosi processi che lo hanno visto imputato per un decennio) di un ex potente, che solo a fatica può definirsi ex, dato che ancora oggi continua a far sentire la propria influenza in Italia. Ma, soprattutto, questo libro è la storia di un pezzo del nostro Novecento, visto attraverso le miserie e la nobiltà della classe dirigente cattolica: nel passaggio traumatico dalle cronache politiche a quelle giudiziarie, si coglie la perdita d'identità non solo di una nomenklatura, ma di un pezzo dell'Italia moderata.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Andreotti. La vita di un uomo politico, la storia di un'epoca acquistano anche Mani pulite. La vera storia di Gianni Barbacetto € 11.28
Andreotti. La vita di un uomo politico, la storia di un'epoca
aggiungi
Mani pulite. La vera storia
aggiungi
€ 21.62


Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 1 recensione)

3.0Oscar - Andreotti, 28-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Riproposto in edizione economica il libro pubblicato due anni prima. A emergere con forza è la storia di una dura lotta per la sopravvivenza - secondo Elias Canetti, "la situazione centrale del potere" - ed è proprio da grande sopravvissuto del potere che Andreotti incarna oggi i valori e il dramma di una parte moderata del paese, in bilico fra vecchi e nuovi ancoraggi, nella cui indifferenza ostile alla Seconda Repubblica si indovinano l'amarezza e la frustrazione di una nomenklatura e di un mondo spazzati via dopo aver vinto la guerra fredda contro il comunismo. Così, se l'esito dei suoi processi diventa la più clamorosa prova del rapporto irrisolto fra sistema politico e magistratura, l'attrazione quasi morbosa che esercita il suo mito lascia intravedere non ciò che è stato Andreotti, ma piuttosto quello che continua a essere l'Italia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO