€ 18.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Punti di ritiroScegli il punto di consegnae ritira quando vuoiScopri come
American sniper. Autobiografia del cecchino più letale della storia americana

American sniper. Autobiografia del cecchino più letale della storia americana

di Chris Kyle, Scott McEwen, Jim De Felice


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Ingrandimenti
  • Traduttori: Crimi S., Tasso L., Zucca G.
  • Data di Pubblicazione: novembre 2014
  • EAN: 9788804650652
  • ISBN: 8804650656
  • Pagine: 352
  • Formato: rilegato

Questo articolo è acquistabile
con il Bonus Cultura "18app"

Descrizione del libro

Tra il 1999 e il 2009 Chris Kyle, membro dei Navy SEAL degli Stati Uniti, ha fatto registrare il più alto numero di uccisioni a opera di uno sniper di tutta la storia militare americana. I suoi compagni d'armi, che ha protetto con precisione letale dall'alto dei tetti e da altre postazioni invisibili durante la guerra in Iraq, lo chiamavano "la Leggenda". Per i nemici, invece, era semplicemente al-Shaitan Ramadi, il diavolo di Ramadi. Texano di nascita, Chris impara a sparare da ragazzo, andando a caccia con il padre. Dopo aver fatto il cowboy e aver partecipato a diversi rodei, decide di arruolarsi nei SEAL e viene subito catapultato in prima linea nella "guerra al terrore" intrapresa dall'amministrazione Bush dopo l'11 settembre 2001. "American Sniper" è l'autobiografia di un guerriero che rimpiange di non aver ucciso più nemici, ma, al tempo stesso, non nasconde la drammaticità dell'esperienza bellica. Il racconto delle sue imprese si intreccia alle pagine dedicate alle vicende più strettamente private. Sino alla sofferta decisione di congedarsi, per diventare "un bravo papà e un buon marito", e per aiutare, i reduci in difficoltà e abbandonati a se stessi. Sopravvissuto a battaglie, imboscate e trappole di ogni genere, Chris Kyle troverà prematuramente la morte proprio per mano di un giovane veterano afflitto da disturbo da stress post-traumatico un anno dopo l'uscita dell'edizione originale di questo libro.

Voto medio del prodotto:  4 (4 di 5 su 2 recensioni)

4Interessante specchio di vita, 25-05-2015, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Al di là delle vicissitudini della guerra, il libro a mio parere fa intravedere la vita di un uomo, e di riflesso quella di altri come lui, che è molto diversa da quella che è la nostra vita di europei, e in particolare di italiani. La sua infanzia in Texas, la sua adolescenza tra gli animali, la vita del cow boy (seppur in parte da rodeo e in parte da ragazzo di fattoria), sono tutti elementi che fanno pensare che questi uomini ancor oggi hanno una vita all'aria aperta e al contatto con la natura, lontani anni luce da noi che, anche se abitiamo in campagna, in pochi minuti possiamo raggiungere i centri urbani, senza essere mai dispersi nella natura più avvolgente. L'uso del fucile sin da piccolo, la naturalezza nel portare e nell'usare armi, la durezza del lavoro, il poco tempo speso per le sciocchezze generazionali dei nostri tempi (tv, discoteche, la macchinuccia) sono tutti segnali che fanno pensare a uomini di altri tempi, credo. In tutto questo, Kyle sceglie di fare un lavoro duro, e contemporaneamente qualcosa che sia utile per il suo paese. Un paese che trascende le sue conoscenze, perché si capisce che la sua conoscenza non riguarda la geografia o la politica, che non sembrano far parte delle sue competenze culturali: Kyle percepisce il suo paese in quanto tale, come qualcosa che lo avvolge. Ne ha un sentimento profondo, e gli basta quello; non prova piacere nell'uccidere, non si diverte a elencare quante vittime ha colpito: semplicemente lo fa per il suo paese, per la sua famiglia, per i suoi cari che gli stanno vicini. Penso che questo libro vada letto anche fra le righe, pensando al mondo culturale di provenienza di Kyle. In questo modo, queste pagine si trasformano in un vero manifesto dei nostri tempi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4Coinvolgente, 10-02-2015, ritenuta utile da 4 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro pieno di significato, che fa riflettere su cosa sia giusto e cosa sbagliato, su come si debba agire per l'amor della patria o per amor proprio. L'autobiografia sincera di un cecchino americano, uno dei più letali e meglio addestrati che il corpo statunitense dei navy seals abbia mai preparato. Di recente è uscito al cinema il film diretto egregiamente dal maestro Clint Eastwood che cerca di mettere su pellicola tutta la verità e il destino crudele che ha colpito questo soldato, il miglior soldato d'America. Una lettura impegnativa ma, per gli amanti del genere, suggerita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Gli altri utenti hanno acquistato anche...