€ 7.52€ 8.00
    Risparmi: € 0.48 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Le affinità elettive
€ 11.00 € 10.34
Disponibilità immediata
Le affinità elettive
€ 9.00 € 8.46
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Le affinità elettive

Le affinità elettive

di Johann Wolfgang Goethe


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Garzanti Libri
  • Collana: I grandi libri
  • Edizione: 24
  • Traduttore: Cusatelli G.
  • Data di Pubblicazione: giugno 2002
  • EAN: 9788811361060
  • ISBN: 8811361060
  • Pagine: XXX-281
  • Formato: brossura

Trama del libro

"Non ho mai sentito parlare con tanto entusiasmo, con tanta cautela, come di questo romanzo, e i librai non sono mai stati assaltati in tale maniera: era come essere in una bottega di fornaio, in tempo di carestia". Così, nel 1810, scriveva Marianne von Eybenberg a Goethe. Il successo delle "Affinità elettive" fu in effetti immediato e travolgente, nonostante la sua intrinseca complessità. Il titolo stesso allude a una specularità tra fenomeni fisici e psichici, tra natura e spirito, tanto da far riconoscere nello scambio di attrattive incrociate tra le due coppie del romanzo Eduard-Charlotte e Ottilie-Capitano il comportamento che in natura hanno alcuni elementi di attrarsi reciprocamente e altri di respingersi.

Tutti i libri di Johann Wolfgang Goethe

Acquistali insieme

Gli utenti che comprano Le affinità elettive acquistano anche Faust e Urfaust. Testo tedesco a fronte vol.2 di Johann Wolfgang Goethe € 9.40
Le affinità elettive
aggiungi
Faust e Urfaust. Testo tedesco a fronte vol.2
aggiungi
€ 16.92

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.9 di 5 su 11 recensioni)

3Così così, 04-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Il romanzo non è male e nemmeno la storia... Forse allora sono i personaggi, che per quanto mi ha riguardato non si sono proprio fatti amare. Quella che viene definita alla fine Santa, ovvero Ottilia, non ha nulla di santo, l'unica che forse merita la santità è Carlotta che ha sopportato tutto... Delusione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1Noioso, forse perché anacronistico, 24-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Non c'è dubbio che quello in questione sia uno dei libri più importanti della letteratura europea, ma forse il suo essere così lontano dalla nostra realtà e dal nostro tempo, lo fa risultare un po' pesante.
Goethe ha voluto creare un romanzo perfetto sotto tanti punti di vista: il numero dei personaggi, gli ambienti, gli eventi che si susseguono e i particolari di alcune scene non sono casuali, bensì sono studiati per essere costruiti in questa precisa trama.
Peccato che tanto impegno e dedizione nello scrivere questa storia "simmetrica", non siano ripagati dalla trama, che risulta noiosa, nonostante il tema dell'amore struggente non abbia epoca. Mi spiace, però, che non sia stato di mio gradimento come mi aspettavo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Non è tra i miei libri preferiti..., 16-12-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Senza dubbio un classico da leggere pero' sembra di assistere a una specie di sogno che va a rilento. Tutto assume toni più pratici dopo gli avvenimenti sul lago: tutti si svegliano e si rendono conto della situazione. Solo da questo punto in poi ho trovato il libro interessante. Anche fra i personaggi non ce n'e' nessuno che vada la pena essere ricordato per doti o pensieri eccezionali (forse solo in Ottilia c'è più introspezione) . Almeno il finale dà un senso a tutta la vicenda e la eleva a una dimensione sconosciuta in tutto il resto del libro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5Incrocio di coppie, 21-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Esistono alcune affinità che quando entrano nelle nostre vite, noi tendiamo ad eleggere come indispensabili e la non libera disponibilità non costituisce un freno, il coinvolgimento diviene conferma della nostra forte appartenenza emotiva ad esse.
In questo libro di amori ad incastro e contrasto, la pena d'amore è un sacrificio, silente e sofferente, che da vita a delle tragiche fatalità dettate da pathos irrefrenabile.
E' un romanzo affascinante per il sovraccarico di passione, amore, peccato che straripa col delirio, la follia, la morte.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3Le ragioni del cuore, 26-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Al cuore non si comanda, pertanto anche un legame indissolubile come dovrebbe essere quello del matrimonio è messo in crisi dalla forza della passione. Si tratta di sentimenti sempre attuali, è vero, ma inseriti in un contesto molto lontano e diverso dal nostro. Alcune parti sono decisamente noiose e poco coinvolgenti. Non si sente la forza della passione, nonostanter alla fine si muoia per essa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Le affinità elettive (11)


Prodotti correlati

Ultimi prodotti visti