€ 10.34€ 11.00
    Risparmi: € 0.66 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

Disponibile in altre edizioni:

Adelchi
Adelchi(2007 - brossura)
€ 9.00 € 8.46
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
Adelchi
Adelchi(1976)
€ 9.00 € 8.46
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Adelchi

Adelchi

di Alessandro Manzoni


Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Collezione di teatro
  • A cura di: G. Davico Bonino
  • Data di Pubblicazione: gennaio 1997
  • EAN: 9788806113919
  • ISBN: 8806113917
  • Pagine: XV-103
Carlo, re dei Franchi, ha ripudiato Ermengarda, figlia di Desiderio, re dei Longobardi. Ermengarda torna dal padre e chiede di potersi chiudere in convento per trovare conforto nella preghiera. Un messo di Carlo intima a Desiderio di restituire le terre tolte al pontefice. Il re risponde sdegnosamente e la guerra è dichiarata. Alcuni duchi longobardi sono pronti a tradire. Nel campo dei Franchi giunge il diacono Martino a rivelare l'esistenza di un valico che permette a Carlo di prendere di sorpresa i Longobardi. Adelchi si difende strenuamente; intanto Ermengarda, muore in convento a Brescia. Un traditore apre ai Franchi le porte di Pavia, ultimo rifugio dei Longobardi. Giunge, morente, Adelchi che ha deciso di combattere fino all'ultimo.

Acquistali insieme:

Adelchi
aggiungi
Pensaci, Giacomino e altre novelle lette da Fabrizio Falco. Audiolibro. CD Audio formato MP3
aggiungi
€ 24.49

Prodotti correlati:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Adelchi e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0tragedia manzoniana, 05-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
la trama della tragedia è molto interessante e ben articolata divisa in atti comprendenti dei cori come per esempio quello piu famoso di Ermengarda.I protagonisti Ermengarda e Adelchi sono delle vittime dell'amore(Ermengarda)e del senso del giusto(Adelchi)manipolati da due figure di potere come Desiderio e Carlo Magno i quali parlano il linguaggio del potere.Molto bello il coro dedicato al suicidio di Ermengarda
Ritieni utile questa recensione? SI NO