€ 8.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Zorro. L'inizio della leggenda

Zorro. L'inizio della leggenda

di Isabel Allende

3.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: Universale economica
  • Traduttore: Liverani E.
  • Data di Pubblicazione: marzo 2008
  • EAN: 9788807819704
  • ISBN: 8807819708
  • Pagine: 348
  • Formato: brossura
L'autrice de "La casa degli spiriti" e tanti altri successi internazionali rivisita la storia di Diego de la Vega, l'eroe mascherato che nell'America dell'Ottocento combatteva strenuamente per difendere la giustizia. Figlio del latifondista spagnolo Alejandro e di una bellissima india "guerrillera" ante litteram, Diego eredita dal padre il senso dell'onore e dalla madre la volontà di difendere gli oppressi. Pur essendo un tipico romanzo di cappa e spada ottocentesco, pieno di caste passioni, acerrimi duelli e continue peripezie, "Zorro" ha continui riferimenti alla politica attuale e, grazie a una lunga serie di elementi magici, sentimentali e femminili, è un romanzo tipicamente allendiano.

Note su Isabel Allende

Isabel Allende nasce in Perù nel 1942 e cresce con la madre e i due fratelli nella casa del nonno materno a Santiago, in Cile.
Nel 1956 la madre si risposa con un diplomatico, che per il suo lavoro è costretto a spostarsi spesso. La famiglia Allende, quindi, lascia il Cile e comincia a viaggiare tra Bolivia, Europa e Libano. All'età di vent'anni, una volta tornata in patria, Isabel si sposa con Michael Frìas con cui ha due figli, Paula e Nicolàs. Qui inizia la sua attività giornalistica, collaborando con la rivista femminile Paula e con quella per ragazzi Mampato.
Dopo il colpo di stato guidato da Pinochet dell'11 settembre 1973, la scrittrice lascia il Cile e si trasferisce a Caracas, in Venezuela, dove comincia a scrivere anche per il giornale El Nacional.
Nel 1983 viene pubblicato a Buenos Aires il suo romanzo d'esordio, La casa degli spiriti, in cui gli orrori della guerra fanno da sfondo e si mescolano con le vicende e gli amori di una famiglia cilena; una storia così emozionante e commovente da essere paragonata, nella narrativa sudamericana, a Cent'anni di solitudine di Gabriel Garcìa Màrquez. A questo capolavoro, seguono poi D'amore e ombra, Eva Luna e Eva Luna racconta.
Nel 1988 si trasferisce in California con il secondo marito, William Gordon, conosciuto durante un viaggio a San José. La vita del marito diviene spunto per un nuovo romanzo, Il piano infinito, così come lei stessa rivela in Il mio paese inventato. Nel 1991 la Allende perde la figlia Paula, morta dopo un lungo periodo in coma a causa di una malattia rara e gravissima, la porfiria. Pochi anni dopo, la Allende dedica alla figlia il libro Paula, in cui le dà il suo personalissimo saluto.
Tra le sue numerose pubblicazioni, è presente anche una trilogia per ragazzi dedicata ai suoi nipoti , costituita da La città delle bestie, Il Regno del Drago d'Oro e La foresta dei pigmei.
Insignita della Laurea Honoris Causa in Lingua e Letteratura, la Allende ha insegnato Letteratura presso l'University of Virginia, il Montclair College e l'University of California. Ha, inoltre, ricevuto numerose riconoscenze, tra cui il Premio Nazionale cileno per la Letteratura nel 2010.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Isabel Allende:


Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 4 recensioni)

3.0Simpatico, 23-08-2011, ritenuta utile da 49 utenti su 53
di - leggi tutte le sue recensioni
Anche se la Allende non è tra i miei autori preferiti, ho molto apprezzato questo lavoro su Zorro. Lo trovo rilassante e stimolante, ben ambientato, con un viaggio da ovest a est e ritorno. Magnifica la parte ambientata a Barcellona, con le sue cupezze e l'onnipresente Ciudadela. Molto bella anche la parentesi in Louisiana, meno convincenti invece proprio le parti californiane.
Comunque, un libro da consigliare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Consigliato!, 29-04-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi ha fatto tornare un po' bambina quando guardavo il telefilm alla tv! Molto carino, con continui riferimenti storici e avvincente come solo la Allende sa fare! È un bel libro da leggere tutto d'un fiato, scritto in prima persona; ti fa entrare nella storia quasi come fossi uno dei protagonisti. Leggetelo!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Zorro e la sua immortale leggenda, 15-12-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Non è uno dei romanzi della Allende che preferisco, ma l'ho letto con molto piacere. La trama è ben congegnata e ha uno stile scorrevole e piacevole, inoltre vi sono continui rimandi ai fatti storici, che aiutano meglio il lettore a collocare il personaggio nel suo contesto. Forse non sarà un'opera che rimarrà nella storia, ma vale la pena leggerlo, sopratutto se si è fan di Isabel Allende
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Biografia immaginaria di un eroe, 12-09-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Scritto in prima persona da una delle protagoniste della storia, il romanzo di Isabel Allende ripercorre l’inizio della vita di Zorro, dall’incontro dei genitori e quindi la sua nascita, fino all’inizio della fama che tutti conosciamo. Ricostruendo una finta biografia con date ed eventi storici realmente accaduti, mescolando l’eroe con persone realmente esistite, la scrittrice rende il personaggio estremamente reale, sebbene alcuni avvenimenti abbiano un sapore fantastico e trascendano la realtà. Lo stile è scorrevole e mai noioso, sebbene altri romanzi della Allende siano obiettivamente più riusciti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO