€ 16.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La zia marchesa

La zia marchesa

di Simonetta Agnello Hornby

3.5

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: I narratori
  • Data di Pubblicazione: febbraio 2005
  • EAN: 9788807016592
  • ISBN: 8807016591
  • Pagine: 322
  • Formato: brossura
Sicilia fine Ottocento. Costanza Safamita è l'unica figlia femmina di una ricca famiglia di proprietari terrieri, tanto amata e protetta dal padre, il barone Domenico, quanto rigettata dalla madre. Con la sua chioma di capelli rossi e il suo aspetto fisico quasi "di un'altra razza", cresce fra le persone di servizio, fra l'orgoglio paterno del sangue e le prospettive alquanto ridotte della vita in provincia. Sarà lei, per volere del padre, a ereditare le sostanze e il prestigio della famiglia. Affronterà la mondanità palermitana e una vita coniugale in equilibrio tra l'amore per il marito e l'impossibilità di abbandonarglisi, saprà affrontare i capimafia e contenere lo sfascio della famiglia, in un mondo arcaico e barbarico, fotografato nel momento della fine.

Note su Simonetta Agnello

Simonetta Agnello è nata a Palermo nel 1945. Dopo aver trascorso l’infanzia e l’adolescenza in Sicilia, ha conseguito un dottorato in Giurisprudenza nel 1967. Dopo il dottorato, ha sposato un inglese dal quale ha preso il cognome, divenendo così Simonetta Agnello Hornby. In seguito al matrimonio, la scrittrice si trasferisce prima negli Stati Uniti e in seguito in Zambia, per poi tornare e stabilirsi definitivamente a Londra nel 1970, dove approfondisce gli studi in Giurisprudenza e dove fonda la “Hornby e Levy”, uno studio di avvocati specializzato nel Diritto di famiglia e nel Diritto dei minori. L’approfondita conoscenza dell’ambito giuridico conducono Simonetta Agnello Hornby verso l’insegnamento. Ottiene la cattedra di Diritto dei minori presso l’Università di Leicester e ricopre la carica di presidente del Special Educational Needs and Disability Tribunal. L’esordio come scrittrice avviene nel 2002, con la pubblicazione del romanzo dal titolo “La mennulara”, al quale seguono “La zia marchesa” (2004) e “Boccamurata” (2007). A partire dal 2008 la scrittura diventa la principale attività di Simonetta Agnello Hornby, che negli anni successivi pubblica: “Vento scomposto” (2009), “Camera Oscura” (2010), “La Monaca” (2010), “Un filo d’olio” (2011) e “La cucina del buon gusto” – assieme a Maria Rosario Lazzati (2012). I suoi romanzi hanno ottenuto il successo di pubblico e critica e sono stati tradotti in tutto il mondo. Simonetta Agnello Hornby attualmente vive e lavora a Londra assieme al marito e ai due figli. 

 

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Simonetta Agnello Hornby:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su La zia marchesa e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.7 di 5 su 9 recensioni)

4.0La saga di una famiglia siciliana, 25-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Nella Siciia di fine settecento si dipana la vita di Costanza, baronessa siciliana, il cui fato fu di desiderare solo di essere amata e trovare invece solo disprezzo e avarizia. La scrittura della Agnello Hornby è limpida e severa, senza barocchismi ed autocompiacimenti, riuscendo a raccontare il tutto senza cedere a svenevolezze e melensaggini.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Scrittura "corposa", 27-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
La Hornby racconta con grande abilità, la saga della famiglia Safamita, ambientata alla fine del settecento in Sicilia. Il libro è particolarmente bello, ripieno di atmosfera, profumi e odori tipici della Sicilia. La protagonista indiscussa è Costanza, gli altri personaggi rimangono tratteggiati e faticano a prendere dimensione misurabile. La sua vita particolarmente sofferta ti tiene col fiato sospeso e ti commuove, non da meno la figura del padre.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0La zia marchesa, 08-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro sulle rivoluzioni socioculturali della seconda metà, e fine '800, in Sicilia. Mi ha un po' deluso, soprattutto dopo "La mennulara" che invece mi era piaciuto molto. Una saga familiare complicata, un romanzo costruito su più piani narrativi che l'autrice non riesce a controllare, e il lettore rischia di perdersi e non ritrovarsi. Non lo rileggerei.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Bello!, 28-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Sinora l'unico romanzo di Simonetta Agnello Hornby che ho letto. Mi sono approcciata ad esso con un certo scetticismo. Il libro mi ha, invece, molto colpito per le sue ambientazioni, per il modo in cui sono tratteggiati i personaggi e per l'attenta descrzione di alcuni usi e costumi della Sicilia ottocentesca, che non conoscevo. L'opera si legge scorrevolmente e gradevolmente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0COSTANZA, 26-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Dopo la Mennulara ho iniziato a ricercare tutti i romanzi di Simonetta Agnello Hornby per comprendere meglio i suoi personaggi e perchè è molto piacevole leggere documenti sulla Sicilia del secolo scorso e inizio novecento. Costanza, tanto amata dal padre quanto rifiutata dalla madre che la reputa forse troppo "diversa", rappresenta una figura femminile di grande intelligenza e capacità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Risorgimento per femminucce, 26-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo storico che ha riscosso un notevole successo. Vuoi perché la Agnello Hornby fa tendenza o perché "La zia marchesa" è quel genere di roba che manda in delirio le femmine, ma in tutta sincerità non mi è sembrato che si avvertisse la mancanza di una gattoparda sfigata: stavamo già a posto con Tomasi di Lampedusa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Trama scontata per uno stile garbato, 20-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Dalla vincitrice di tantissimi premi per il suo libro d'esordio, "La Mennulara", si ci poteva aspettare di meglio.
Non parlo di ambientazione, nè di mentalità circoscritta: l'autrice è siciliana e so quanto questa terra che poi è anche la mia resti dentro una persona che vive a Londra da più di trent'anni. Parlo invece della trama, un pò scontatella a dire la verità ma che in alcuni punti risulta commovente.
Almeno arriva alla sufficienza piena!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0un gran bel libro..., 26-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Le magiche atmosfere di una Sicilia immobile nel tempo, con le sue bellezze naturali selvagge e la imperturbabile fierezza dei suoi abitanti..Sono queste le sensazioni che traspaiono da un'attenta lettura dei romanzi della Agnello-Hornby..Amalia, la balia della marchesa Costanza, racconta alla nipote le sue vicende di donna forte e fiera che sfida le convenzioni e le difficoltà dell'esser donna nella sua epoca.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Da leggere., 06-07-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho scoperto quest'autrice grazie ad un'amica che mi ha regalato "La mennulara". Piaciuto il primo, ho acquistato il secondo. Impressioni confermate, ed ora acquisterò l'ultimo uscito.
Una storia dal sapore un po' triste, apparentemente d'altri tempi (è ambientato alla fine dell'Ottocento) ma in realtà attualissima, con le debolezze che contraddistinguono il genere umano dagli albori.
Da leggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO