€ 10.62€ 12.50
    Risparmi: € 1.88 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La zia Julia e lo scribacchino

La zia Julia e lo scribacchino

di Mario Vargas Llosa

3.5

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
Vi si narra la vicenda o meglio la carriera, di Pedro Camacho, fecondissimo produttore boliviano d'intrecci (lo chiamano anche Balzac creolo) che, chiuso in una mefitica stanzetta, sforna trame melodrammatiche e truculente per un programma di feuilleton di Radio Lima. Tutti attendono con impazienza le puntate della sua fantasia, ma improvvisamente le differenti trame di appendice prendono a confondersi tra loro. Camacho è impazzito e sarà degradato a galoppino d'una rivista di sicuro fallimento. D'altro lato, ecco invece la storia di Mario, giovane aspirante scrittore attratto da questa curiosa macchina dell'immaginario che ci racconta una sua complicata storia: s'innamora di una zia vedova e più matura che finirà per sposare.

Note su Mario Vargas Llosa

Jorge Mario Perdro Vargas Llosa è nato ad Arequipa, in Perù, il 28 marzo del 1936. Appartenente ad una famiglia del ceto medio, trascorre la giovinezza in Bolivia. Studia Lettere e Giurisprudenza presso l’Universidad Nacional Mayor de San Marcos, a Lima. Dopo gli studi si trasferisce in Europa. Viaggia molto tra la Spagna, la Francia, l’Italia e l’Inghilterra. Lavora come giornalista per la France Press e si dedica alla narrativa. Il suo romanzo d’esordio si intitola “Los Jefes” (1959), ma il romanzo che lo rende un autore noto nel panorama letterario internazionale, è “La ciudad y los perros”, scritto nel 1963. In Perù, tuttavia, il romanzo è stato bruciato perché considerato dissacrante. Jorge Mario Perdro Vargas Llosa, assieme a Gabriel Garcia Marquez, è considerato uno dei principali protagonisti della rinascita della narrativa sudamericana. Come numerosi altri autori latinoamericani, Vargas Llosa è estremamente attivo in ambito politico, tanto che nel 1990 si è candidato, senza successo, alle presidenziali del Perù. Nel 1993 chiede ed ottiene la cittadinanza spagnola. Autore di numerose opere, tra i vari premi ricevuti da Jorge Mario Perdro Vargas Llosa per il suo impegno in ambito letterario vi è anche il Nobel, che gli è stato consegnato nel 2010, rendendolo il primo peruviano a ricevere il prestigioso riconoscimento.
 

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano La zia Julia e lo scribacchino acquistano anche Piccoli suicidi tra amici di Arto Paasilinna € 14.40
La zia Julia e lo scribacchino
aggiungi
Piccoli suicidi tra amici
aggiungi
€ 25.02

Prodotti correlati:

I libri più venduti di Mario Vargas Llosa:


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.3 di 5 su 10 recensioni)

2.0Si lascia leggere, ma..., 22-05-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi sembra una pallida riedizione di "Se una notte d'inverno un viaggiatore", romanzo di letteratura per eccellenza. Paradossalmente, i momenti più interessanti sono quelli in cui racconta o lascia parlare lo scrittore di quart'ordine, Pedro Camacho. Scorrevolissimo, per carità, ma immagino che gli abbiano dato il Nobel per opere più interessanti di questa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Che spettacolo di libro, 13-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo bel libro racconta di lavoro, d'arte, d'amore, di amore e di maturità. Narra l'amicizia, i conflitti familiari e le riconciliazioni, l'ostinazione di un giovane e il disincanto di un adulto. Scritto in modo divertente e scorrevole, La zia Julia e lo scribacchino è un canto all'amore e alla passione. Davvero un delitto non leggerlo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Mi ha lasciato vagamente perplessa, 27-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
La storia è stata scritta utilizzando una struttura particolare ed originale ed è forse la cosa più intrigante del libro: l'intenzione dell'autore era forse quella di sorprendere il lettore o forse semplicemente di creare una nuova forma di scrittura. Comunque alterna parti vivaci ed interessanti ad altre molto noiose e banali, alla fine non mi ha convinto del tutto, ma leggerò altro di questo autore peruviano.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Sorridente e spumeggiante, 17-08-2011, ritenuta utile da 48 utenti su 54
di - leggi tutte le sue recensioni
Sullo sfondo della città di Lima, a quanto pare, l'amore più autentico e sentito di Vargas Llosa, le vicende del giovanissimo Mario, cresciuto troppo in fretta, si intrecciano con quelle di un baldanzoso scrittore di drammi radiofonici. La caduta del secondo nutrirà, senza volerlo, l'ascesa del primo. Perché Mario altri non è, se non l'alter ego dell'autore, completo questa volta.
Pur avvertendo in sottofondo l'eco de La città e i cani, questo libro ha un tono totalmente diverso, ricco di ottimismo, di garbo nei non facili rapporti familiari, di positività, insomma, dato che il protagonista deve fare ancora un lungo passo nella vita per diventare adulto.
Tanto di cappello a Vargas Llosa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Ironico e rilassante, 10-08-2011, ritenuta utile da 5 utenti su 6
di - leggi tutte le sue recensioni
Non credo sia il miglior romanzo del premio nobel Mario Vargas LLosa. La storia è quasi minimalista trattandosi di un giovane giornalista che si innora della stagiojnata zia. Di per sè niente di che, se non fosse per la scrittura brillante e leggera dell'autore che rende il libro godibile fino alla fine.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La zia Julia e lo scribacchino, 24-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Divertente e leggero intrattenimento lontano anni luce dai suoi romanzi impegnati. La scrittura di Vargas Llosa è molto brillante e ricca di trovate originali argutamente evocative, come la descrizione della signora Margarita che gestisce una pensione e " i cui andirivieni per la casa e per la vita sono spettacolari in quanto, avendo una gamba di venti centimetri più corta dell'altra, porta una scarpa tipo trampolo, con base di legno che trascinata sul pavimento produce commozione".
Una lettura facile e piacevolissima in cui non si può fare a meno di notare la grande abilità dell'autore.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Ripetitivo, 02-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Non so perché, il romanzo mi è parso un po' ripetitivo e faticoso da seguire. Le storie di Pedro Camacho produttore di intrecci per fiction TV e quella di Mario scrittore si intrecciano e ripetutamente reintrecciano e alla fine è anche un po' faticoso seguirle.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0La zia Julia e lo scribacchino, 08-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un alternarsi di romanzo e racconti nel romanzo che inizialmente trovi orignale, ad un certo punto stanca, poi ritrovi geniale.
E alla fine il tuo pensiero è: devo assolutamente leggere tutti i romanzi di Vargas Llosa!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0La zia Julia e lo scribacchino, 05-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Lettura rilassante, tutta giocata sul filo dell'ironia e del divertissment.
Racconta di un giovane giornalista squattrinato che si innamora di una zia che ha il doppio dei suoi anni e riesce infine a sposarla, superando mille avversità.
Gli fa da spalla uno scrittore di romanzi radiofonici che passa dal successo al manicomio.
Alla fine resta l'impressione di un libro un po'...inutile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La zia Julia e lo scribacchino, 02-10-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
si potrebbe anche considerare un romanzo "per signorine". Ma il grande Mario ha spremuto il meglio di un genere. Tanto da non doversi vergognare a girare con il libro sottobraccio nè da sentire il bisogno di mettergli una sovracopertina anonima per non trovarsi in imbarazzo in pubblico
Ritieni utile questa recensione? SI NO