€ 9.30
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
H/H

H/H

di Banana Yoshimoto

3.5

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: I canguri
  • Edizione: 4
  • Traduttore: Amitrano G.
  • Data di Pubblicazione: settembre 2001
  • EAN: 9788807701368
  • ISBN: 8807701367
  • Pagine: 95
Due racconti lunghi ("Hard-boiled" e "Hard-luck") che trattano della morte, tema familiare a Banana Yoshimoto, mostrando i diversi modi con cui la si può affrontare. Il primo racconto si svolge tutto nello spazio di una notte. Dopo una gita una donna giunge in un paese dove decide di pernottare. In un'atmosfera inquietante rivive momenti intensi e dolorosi del suo passato. Nel secondo racconto la giovane rotagonista si reca tutti i giorni in ospedale a trovare la sorella Kumi in coma per emorragia cerebrale. La malattia e la morte le permettono di pensare alla vita in un modo tutto nuovo, che fino a poco tempo prima non avrebbe mai immaginato.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Banana Yoshimoto:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su H/H e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.4 di 5 su 9 recensioni)

4.0Hard-boiled e Hard luck, 24-01-2014
di - leggi tutte le sue recensioni
Due racconti lunghi, primo libro che leggo dell'autrice. Le tematiche sono profonde, impegnative, e lo stile mi ha sorpresa. Bel libro, forse troppo corto: di sicuro leggerò altre sue opere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Piacevole ma evanescente, 06-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Come tutti i libri di Banana Yoshimoto, anche " H H " è molto piacevole durante la lettura, ma non si imprime nella memoria e dopo poco tempo non lascia alcuna traccia. Il secondo racconto di " H H " è di gran lunga inferiore rispetto al primo. L'autrice avrebbe potuto scrivere un libro per concludere la prima storia. Comunque lettura estiva.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Destino, 19-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Quanto ci è concesso di godere della presenza delle persone che amiamo? Fin dove si spinge l'ironia sadica della vita? E quanti insegnamenti ancora dobbiamo apprendere prima di approdare sulla riva della serenità? Banana affronta i temi classici dei suoi romanzi con la sua delicatezza.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Opinabile, 10-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
... Ma per me uno fra i migliori di questa delicata autrice. Soprattutto la prima storia è originale, commovente e a tratti struggente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Il Vuoto., 17-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Dolce? Sì. Delicata? Sì. Utilizza un linguaggio scorrevole? Sì. Si fa leggere, dunque? Sì. E i temi che tratta sono impegnati e le sue riflessioni sono utili? Sì, certo.
Ci sono tanti "Sì" che dovrebbero convincermi.
Ma non mi convince.
Per nulla.
C'è un panorama cupo, coerente con le importanti ed interessanti tematiche affrontate, e che è proprio la malinconia amorevole che approvo, ma è tutta intrisa di un "trito" e di un "tritismo" che non mi emoziona.
C'è un Vuoto in questa scrittrice. Che si fa dimenticare facilmente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Hard Boiled e Hard Luck , 25-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Adoro il modo di scrivere di quest'autrice: mi rilassa e mi fa diventare più riflessiva ed osservatrice della realtà che ci circonda. Le sue pennellate delicate ed allo stesso tempo dense di colore dipingono la vita nei suoi aspetti più semplici ed è proprio nella "banalità"di Banana la ricchezza, la grande forza dei significati...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0angosciante, 23-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Due bellissimi racconti, che descrivono la morte e la malattia in due modi diversi. Nel primo i ricordi dolorosi vengono scatenati dall'atmosfera inquietante di un paesino, nel secondo si rivive il dolore del familiare di un malato terminale. Racconti che fanno riflettere."Tutti di solito sono convinti che le persone si separano perché una si è stancata dell'altra, per propria volontà o per volontà dell'altra persona. Ma non è così. I periodi finiscono, come cambiano le stagioni. Semplicemente, E' una cosa su cui la volontà individuale non ha nessun potere. Viceversa, si ha la possibilità, fino a quando verrà quel giorno, di godere di ogni momento."
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0H/H sembra, 09-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
sembra la sceneggiatura di un film tipicamente giapponese ambientato tra terme a cielo aperto, montagne dalle particolari sfumature di colori, giornate trascorse a bere sakè seduti sul tatami. I due racconti si snodano in sequenza su un tema caro a B.Yoshimoto: la morte.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Ho apprezzato particolarmente il primo..., 06-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Dopo aver letto "Sly", ho trovato quest'altro stupendo...
Il libro, da leggere in un paio d'ore, si compone di due racconti; ho apprezzato particolarmente il primo, incentrato più sul paranormale. Nel secondo ho ritrovato la solita scrittura funeraria-poetica della Yoshimoto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO