€ 16.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Volevo solo giocare a calcio. Vera storia di Adriano Ferraira Pinto

Volevo solo giocare a calcio. Vera storia di Adriano Ferraira Pinto

di Pierdomenico Baccalario


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Ingrandimenti
  • Data di Pubblicazione: aprile 2011
  • EAN: 9788804605249
  • ISBN: 8804605243
  • Pagine: 167
  • Formato: brossura
Adriano, tu hai un dono, non lasciarlo perdere. Gioca. Gioca sul serio. In una squadra vera. Quando rimane orfano, Adriano Ferreira Pinto è un ragazzino. Da anni lavora come operaio in un mattonificio. Estrae a mano mattoni bollenti dal ventre infuocato di una fornace dieci ore al giorno. Un lavoro durissimo, ma che gli lascia la domenica libera. E durante il giorno di riposo può dedicarsi alla sua vera passione: giocare a calcio con gli amici del quartiere. Perché Adriano ama giocare a calcio. Se non fosse poverissimo non farebbe altro da mattina a sera. Ma le necessità della famiglia vengono prima di tutto. Prima della sua felicità, prima dei suoi diritti di ragazzo. Un bel giorno c'è il torneo fra i quartieri della città di Port Ferreira. Lui e il fratello Edievaldo si iscrivono con la loro squadretta di amici. Adriano è il centravanti della Lotto Selvaggio, e segna. Segna a ripetizione. La sera prima della finale, a casa Pinto bussa un signore che di mestiere fa l'osservatore per la União São João, una squadra di terza divisione. In quel momento Adriano capisce che papà aveva ragione... "Volevo solo giocare a calcio" è la vera storia di Adriano Ferreira Pinto, stella brasiliana dell'Atalanta.

Note su Pierdomenico Baccalario

Pierdomenico Baccalario è nato ad Acqui Terme, un piccolo paese del Piemonte, il 6 marzo del 1974. E’ cresciuto in una famiglia agiata, sfogliando i libri che appartengono alla vasta collezione composta da circa 10.000 volumi di proprietà della famiglia. Dopo aver conseguito la maturità classica, ha studiato giurisprudenza. Dopo la laurea, ha iniziato a scrivere, quasi per diletto, affiancando tale attività alla pratica legale. E’ stato giornalista freelance per alcune testate giornalistiche e, nello stesso periodo, ha iniziato a scrivere romanzi per ragazzi. Durante la giovinezza, ha contribuito al successo dell’associazione culturale Anatomika, progettando giochi da tavolo, giochi di ruolo e videogame. Nel 1998 vince il Premio Il Battello a Vapore, grazie al romanzo d’avventura intitolato “La strada del guerriero”. A questo successo, ne sono seguiti molti altri. Ha scritto numerosi romanzi fantasy e di avventura, i quali sono stati tradotti in più di diciotto lingue. Ha inoltre scritto alcune sceneggiature e continua a collaborare con alcune riviste in qualità di giornalista freelance. E’ stato un membro della giuria del Best of Show, premio assegnato annualmente durante il Lucca Games. Nel 2011 vince il premio letterario "Terre del Magnifico" con il libro “Cyboria. Il risveglio di Galeno”. Attualmente collabora con La Scuola Normale Superiore di Pisa.

 

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Pierdomenico Baccalario: