€ 12.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Le voci del bosco

Le voci del bosco

di Mauro Corona


Fuori catalogo - Non ordinabile
Cominciando dai ricordi più lontani, Mauro Corona ci prende per mano e accompagna anche noi in una passeggiata attraverso i suoi boschi. Dalle pagine di questo piccolo libro e dai disegni dell'autore che le arricchiscono, impareremo che ogni albero, come ogni uomo, ha una struttura fisica, un carattere, una spiccata inclinazione. Accadrà che ci riconosceremo nell'elegante betulla, nel generoso cirmolo o nella tenacia dolente dell'ulivo nodoso. E ci capiterà anche di scoprire che ogni legno dà il meglio di sé solo in alcune circostanze: l'acero, per esempio, che può essere tagliato solo in una certa direzione "perché è un legno bello e elegante ma di facciata. Come tutte le cose appariscenti è intimamente delicato e con un colpo di manédra, neanche tanto violento, lo puoi spezzare in due"; oppure il maggiociondolo, utilizzato da secoli per le spine delle botti e i pali delle vigne perché "a differenza degli uomini l'alcol non riesce a distruggerlo". Se, silenziosamente attratti dalla profonda umanità della natura, lasciamo le nostre città, facciamo silenzio, e sotto la guida di Mauro Corona ci addentriamo nel bosco, queste e molte altre saranno le sorprese che ci attendono.

Note su Mauro Corona

Mauro Corona è nato ad Erto, un piccolo paese in provincia di Pordenone, il 9 agosto 1950. Per un breve periodo la famiglia si sposta a Pinè, in Trentino, ma dopo circa sei anni i genitori di Mauro ritornano ad Erto, portando con sé lui e Felice, l'altro loro figlio nato nel 1951. Fin da piccolo Mauro segue il padre durante le battute di caccia al camoscio, sulle montagne che circondano il piccolo paesino incassato nella valle del torrente Vajont. Si appassiona sempre di più all'alpinismo, e a soli tredici anni scala la sua prima vetta, il Monte Duranno (2688 m s.l.m.). E' su queste montagne che nasce in lui quella fortissima passione per la montagna e per la natura che caratterizzerà la sua produzione artistica. La madre, poco dopo la nascita di Richeto, il terzo figlio, si allontana dalla famiglia, lasciando a casa il suo ricco patrimonio di libri che vengono letti da Mauro. In quegli anni ha letto Tolstoj, Dostoevskyj, Cervantes e molti altri autori. La passione nell'intagliare il legno, invece, gli viene tramandata dal nonno. Inizia gli studi presso l'Istituto per geometri Marinoni di Udine, ma si ritira per totale mancanza di interesse. Lavora prima come manovale a Maniago e poi in una cava di marmo nel Monte Buscada. Dopo aver assolto il servizio militare, inizia la sua attività come scultore sotto la guida di Augusto Murer. E' del 1975 la sua prima mostra. La carriera come scrittore inizia nel 1997, con la pubblicazione di alcuni racconti sul quotidiano Il Gazzettino. Da allora ha pubblicato numerosi libri incentrati sul rapporto tra uomo e natura.

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Mauro Corona:

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 2 recensioni)

5.0Le voci del bosco, 04-03-2013, ritenuta utile da 9 utenti su 11
di - leggi tutte le sue recensioni
Potrà forse sembrare un tantino eccessivo conferire il massimo punteggio a questo libretto ma la verità è che è talmente bello, poetico ed interessante che assegnargli meno di cinque stelline non mi sembrava equo.
Una lettura che mi ha positivamente colpita e che ho letto ben volentieri, dove ogni albero viene "personificato" (belle, per esempio, la descrizione dell'agrifoglio e della betulla) e ad ogni pagina o quasi corrisponde una delicata illustrazione in bianco e nero.
Che altro aggiungere? Solo di provare a leggerlo, potrebbe piacervi -o anche no, ma a me è piaciuto e quindi ovvio che ve lo consiglio. Buona lettura!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Una sinfonia visiva, 19-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro di Corona sembra una vera e propria "sinfonia di immagini", perché tutte le figure che vi compaiono sembrano essere vari strumenti di un concerto organico e armonioso: sono figure incantate nella loro normalità, animali e piante che acquisiscono un aspetto magico, proprio perché descritti, raccontati così come sono in natura, così come interagiscono nel loro habitat naturale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO