€ 17.50
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La vita non fa rumore

La vita non fa rumore

di G. Luca Favetto

4.5

Fuori catalogo - Non ordinabile
Milo Errani ha trent'anni e alle spalle un passato da cui fuggire per molti buoni motivi. Il suo futuro sono l'Oriente, la Cambogia, il Vietnam e il Laos, dove il fotografo Chilly lo ha chiamato per scrivere un libro. Un viaggio esotico e struggente tra le piantagioni di oppio e i templi buddisti, i tramonti sulle rive limacciose del Mekong e il traffico di biciclette sulle strade di Saigon, gli americani e i francesi che cercano un nuovo impero e una nuova mitologia coloniale a poco prezzo.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di G. Luca Favetto:


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.7 di 5 su 3 recensioni)

4.0La vita non fa rumore, 20-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un viaggio che è una fuga da sè stesso, dalla propria vita, un viaggio incontro al futuro che si rivela poi un viaggio alla riscoperta delle proprie radici, in cui il proprio passato riemerge dai fumi dell'oppio, della memoria, del fascino sensuale di Dang.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Una scrittura che è trascrizione musicale, 20-09-2008, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
"Bisogna guidarla per strade nuove, la vita", dicono a turno e in modi diversi i protagonisti di questo seducente romanzo di viaggio.

E per strade nuove ci guida Favetto, dando prova di una capacità rara negli scrittori di oggi, quella di mettere a nudo e poi saziare il nostro profondo desiderio di storie, quell'innata fame di racconti sussurrati e di segreti a poco a poco svelati che ci portiamo dentro fin dall'infanzia.

Perché per lui, come per noi, "...raccontare è mantenere un segreto, riannodarlo ogni tanto perchè non scappi e portarlo, portarlo avanti... Il segreto è il cibo che nutre il viaggio, fino alla fine. Svelarlo è uccidere il racconto. Non puoi cominciare un racconto se non hai un segreto." Come già nella raccolta di racconti 'Se vedi il futuro digli di non venire', si resta rapiti da una scrittura che diventa trascrizione musicale delle emozioni, parola che si fa carne e sospiro. Affascinante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Le grandi sviste del marketing editoriale, 31-07-2008, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Prendete il piano di Michel Petrucciani e Oscar Peterson, il jazz di Sarah Vaughan e Diana Krall, la "gola arrotolata di Toni Childs", la magia di By The River di Brian Eno e la Verde Milonga di Paolo Conte e fateli suonare nelle cuffiette del vostro lettore mp3 a volume moderato. Poi prendete il libro di Favetto e mettetevi a leggerlo senza fretta, in un posto tranquillo, possibilmente di fronte al mare. Sentirete che a muovere la storia e il protagonista, Milo Errani, non ci sono solo acqua e musica. C'è un passato doloroso che spinge e incalza, ci sono radici che o non prendono o tirano indietro, ci sono ricordi sommersi che affiorano e urlano nei pressi di un torrente di montagna. C'è soprattutto la bellezza, a spiazzare e sorprendere, "un moto che non lascia mai nulla allo stesso posto nel medesimo stato". E' la bellezza fluida di Dang, occhi che sorridono e lunghe dita flessuose che disegnano ghirigori nell'aria. Gian Luca Favetto, l'appassionato cacciatore di storie del programma di RadioRai "Trame" ci rapisce con un romanzo struggente che leggiamo solo grazie alle ottime recensioni e al passaparola, ma che immeritatamente pare trascurato dalla pubblicità di quotidiani e magazine. Una grossa svista nel bailamme del marketing editoriale, dove il talento a volte, come la vita, non fa rumore.
Ritieni utile questa recensione? SI NO