Una vita da lettore

Una vita da lettore

2.5

di Nick Hornby


  • Prezzo: € 12.00
  • Nostro prezzo: € 9.00
  • Risparmi: € 3.00 (25%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Gems


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
Acquistando questo prodotto raccogli 9 beenz o più.   Scopri come

Descrizione

Libri ricevuti, libri recensiti, libri comprati e mai letti, libri che prima o poi bisognerà leggere, libri letti davvero, finalmente: un labirinto di letture di tutti i generi, dai classici alle biografie degli sportivi, dalle raccolte di versi ai graphic novel, dai romanzi appena usciti a quelli imperdibili dell'800... Schiacciato dal mucchio delle letture a cui non si può rinunciare, Nick Hornby prova, con leggerezza e ironia, a trovare qualche criterio per orientarsi nel dedalo delle letture, racconta le sue preferenze e le sue antipatie e soprattutto restituisce una gioiosa voglia di leggere. Perché è vero che ogni tanto è meglio una partita di calcio... ma è anche vero che se il libro è bello, non c'è partita né concerto rock che tenga.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Una vita da lettore acquistano anche Mafalda. Calendario 2015   € 9.67
Una vita da lettore
aggiungi
Mafalda. Calendario 2015
aggiungi
€ 18.67


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Una vita da lettore e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  2.0 (2.3 di 5 su 4 recensioni)

3.0Preferisco l'Hornby scrittore, 28-02-2012
di A. Basile - leggi tutte le sue recensioni

Non è un romanzo, è una raccolta di articoli che Hornby ha scritto per un quotidiano. Lo stile è brillante e mai banale, in piena tradizione Hornby... Alla lunga però finisce per stancare un po' , condizionato anche dal prevalente riferimento ad opere del mercato letterario anglo-americano, probabilmente mai tradotte per l'Italia e pertanto (almeno a me) sconosciute. L'aspetto positivo è che l'autore scrive non come un critico, ma come un lettore; dice pane al pane e non si perde in inutili tecnicismi. La sua solita ironia rende la lettura piacevole oltre ad avermi fornito diversi titoli da leggere, ma le impressioni sulle singole letture sono un pò buttate lì e non dicono granchè sul libro. L'aspetto positivo è che l'autore scrive non come un critico, ma come un lettore; dice pane al pane e non si perde in inutili tecnicismi. La sua solita ironia rende la lettura piacevole oltre ad avermi fornito diversi titoli da leggere, ma le impressioni sulle singole letture sono un pò buttate lì e non dicono granchè sul libro.




5.0Stupendo, 24-05-2011
di R. Favata - leggi tutte le sue recensioni

Porterò sempre questo stupendo libro, se non altro perchè mi ha fatto scoprire quel piccolo genio che è Nick Hornby. Mi ha davvero sorpreso come l'autore rieca a farti immedesimare in lui e nelle sue idee, lui pensa che un libro sia una completa schifezza, immediatamente lo pensi anche tu, anche se magari in libreria, leggendo la quarta di copertina, avresti esclamato "OMG, che capolavoro! " Le duecentosettantuno pagine non si avvertono nemmeno, ti scivolano addosso e, cosa di certo più importante, lasciano comunque una traccia.




4.0Una vita da lettore, 03-04-2011
di M. Stolti - leggi tutte le sue recensioni

Una serie di recensioni che concernono le letture di Hornby. Hornby mi è simpatico! Ed è stato bello leggere le recensioni delle sue letture fatte dal 2003 al 2006 e scoprire nuovi romanzi che non conoscevo. Fra tutti, quello che più mi attira è "La fortezza della solitudine" di Lethem.




2.0Una vita da lettore, 23-02-2011
di G. Morozzi - leggi tutte le sue recensioni

Ne ho lette parecchie recensioni positive, così ho deciso di comprarlo. Lo stile è brillante e mai banale, in piena tradizione Hornby... Alla lunga però finisce per stancare un po', condizionato anche dal prevalente riferimento ad opere del mercato letterario anglo-americano, probabilmente mai tradotte per l'Italia e pertanto (almeno a me) sconosciute.




2.0Così così, 04-12-2010
di L. Caoizzo - leggi tutte le sue recensioni

Diario di lettura dello scrittore inglese Nick Hornby che ogni mese scrive per il Believer le proprie impressioni sui libri letti e acquistati. Tranne le stroncature che a quanto pare non sono gradite ai piani alti del giornale. E di cui sinceramente si sente anche un pò la mancanza, dopo una sfilza di recensioni entusiastiche su ogni libro che gli capiti sotto mano. La sua solita ironia rende la lettura piacevole oltre ad avermi fornito diversi titoli da inserire in wishlist, ma le impressioni sulle singole letture sono un pò buttate lì e non dicono granchè sul libro.




1.0Una vita da lettore, 18-11-2010
di R. Sbozza - leggi tutte le sue recensioni

Finito di leggere con molta fatica, una delusione prevedibile, innanzittutto perchè non si può vendere come libro quello che è una raccolta di recensioni, secondariamente perchè questo scritto è troppo "personale", la vita da lettore di una persona non è simile a quella di un'altra, e sicuramente è distante anni luce dalla mia. Non possono quindi affascinarmi le sue recensioni di libri che non ho letto o nel peggiore dei casi nemmeno conosco... Difficile andare oltre pagina 50 a queste condizioni.




4.0Una vita da lettore, 12-11-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di T. Girolamo - leggi tutte le sue recensioni

Ho amato Una vita da lettore perché è come dovrebbe essere secondo me l'approccio alla lettura e ai libri, se anni di imperativi morali sul 'devi leggere!' non avessero fatto diventare nell'opinione di tante persone i libri una cosa noiosissima e tediosa, un sacrificio che ci si impone se proprio si vuole essere degli spiriti elevati, ma che non darà mai alcun piacere.
E invece, spiace dirlo, ma leggere è divertente. Si legge per tanti motivi, ma il primo di tutti, almeno per me, è che è bello.
Hornby si avvicina ai libri in maniera ironica e senza revenza, con la confidenza di uno che li ha intorno tutti i giorni, senza mai essere pedante e allo stesso tempo capace anche di parlare delle letture più ponderose in maniera tale da non farle mai sembrare delle specie di feticci inavvicinabili della Cultura.
Non puoi non apprezzare il fatto che parli di libri con la stessa familiarità che se stesse commentando i risultati dell'Arsenal - che è poi quello che fa la gente normale quando parla delle proprie letture.





product