€ 13.69
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La via dei demoni. La fuga in Sudamerica dei criminali nazisti: segreti, complicità, silenzi

La via dei demoni. La fuga in Sudamerica dei criminali nazisti: segreti, complicità, silenzi

di Giovanni M. Pace

4.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Sperling & Kupfer
  • Collana: Saggi
  • Data di Pubblicazione: 2000
  • EAN: 9788820030346
  • ISBN: 8820030349
  • Pagine: 168
Alla fine della seconda guerra mondiale l'Italia è stata il più importante punto di irradiazione della diaspora nazista e degli"amici" e collaboratori dei "volonterosi carnefici di Hitler": dal nostro paese, complici alcuni esponenti delle gerarchie ecclesiastiche, il governo italiano, gli Alleati e perfino la Croce Rossa, i fuggiaschi raggiunsero il Sudamerica, in particolare l'Argentina, dove trovarono ospitalità, collaborando anche con i governi locali. Su questa pagina oscura della storia recente, l'autore ha avviato un'indagine basandosi su un'aggiornata documentazione: il rapporto della Commissione istituita dagli anni Novanta dal governo argentino per far luce sulla vicenda.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Una via molto facile perche' ?, 30-11-2011, ritenuta utile da 7 utenti su 10
di - leggi tutte le sue recensioni
Il canale dei ratti, la via di fuga di numerosi nazisti tra i quali i piu' ricercati criminali di guerra, una via molto facile quella della loro fuga, molti aiuti anche economici ma da parte di chi? Se da una parte l'America aveva dato il suo contributo, controverse sono le voci che accusano la Chiesa Cattolica nonche' il Vaticano di aver preso parte attiva a questa facile impresa di salvataggio nazisti. La Santa Sede diede la sua giustificazione dicendo che, dato che al termine della guerra c'erano migliaia di sfollati che si aggiravano per l'Europa in rovina, occorreva dare aiuti umanitari a chiunque, e tra loro si nascondevano Barbie Eichmann Stangl e altri, ma come era possibile individuarli? La Chiesa doveva dare assistenza a tutti gli esseri umani eppure il Vescovo Hudal era un filonasizta antisemita, appoggiava Hitler, questa via di fuga era anche chiamata "la via dei monasteri", si sostenne che il Vaticano forni' denaro per aiutare questi criminali, a chi credere dunque? Il silenzio del Vaticano di fronte allo sterminio di massa ebraico era ed e' ancora di dominio pubblico, si sa per certo che la via dei ratti passava per l'Italia, e' quindi possibile credere che senza l'intervento del Vaticano migliaia di esponenti del nazismo l'avrebbero fatta franca?
Ritieni utile questa recensione? SI NO