La variante di Lüneburg

La variante di Lüneburg

4.0

di Paolo Maurensig


  • Prezzo: € 9.00
  • Nostro prezzo: € 8.55
  • Risparmi: € 0.45 (5%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
Acquistando questo prodotto raccogli 9 beenz o più.   Scopri come

Descrizione

Un colpo di pistola chiude la vita di un ricco imprenditore tedesco. È un incidente? Un suicidio? Un omicidio? L'esecuzione di una sentenza? E per quale colpa? La risposta vera è un'altra: è una mossa di scacchi. Dietro quel gesto si spalanca un inferno che ha la forma di una scacchiera. Risalendo indietro, mossa per mossa, troveremo due maestri del gioco, opposti in tutto e animati da un odio inesauribile che attraversano gli anni e i cataclismi politici pensando soprattutto ad affilare le proprie armi per sopraffarsi. Che uno dei due sia l'ebreo e l'altro sia stato un ufficiale nazista è solo uno dei vari corollari del teorema.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano La variante di Lüneburg acquistano anche Canone inverso di Paolo Maurensig € 7.65
La variante di Lüneburg
aggiungi
Canone inverso
aggiungi
€ 16.20


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su La variante di Lüneburg e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (3.8 di 5 su 11 recensioni)

5.0Una stupefacente opera prima, 21-01-2015
di P. Raffo - leggi tutte le sue recensioni

Un romanzo breve incentrato attorno alla misteriosa morte di un giocatore di scacchi a Vienna. In tutto il romanzo gli scacchi vengono usati come metafora della vita e delle scelte che facciamo e in cui siamo coinvolti. Il romanzo esplora anche l'effetto che gli scacchi possono avere sulla vita quando diventano una grande passione. Ogni dettaglio è curato e ha un peso nello svelare poco per volta la storia dei due giocatori; la fine poi è sbalorditiva, perché manca un capitolo esplicativo ma ci si rende perfettamente conto che sarebbe inutile: è come aver raggiunto quel punto di una partita a scacchi in cui il risultato è diventato evidente, anche se le combinazioni di mosse per raggiungerlo potrebbero essere varie e sono certo che questo effetto è stato proprio voluto da Maurensig.




4.0Romanzo d'esordio eccellente , 21-01-2015
di S. Pellegrini - leggi tutte le sue recensioni

Nel romanzo"La variante di Lunenberg" un uomo muore per un colpo di pistola. Potrebbe essere stato un suicidio? In realtà non ci sono spiegazioni per questo gesto: il soggetto conduceva una vita tranquilla, era un giocatore di scacchi, ma qualche tempo prima aveva incontrato sul treno un giovane, appassionato del gioco, con il quale aveva cominciato a parlare (solo più avanti si comprenderanno meglio le connessioni tra i personaggi). In gioventù l'uomo aveva conosciuto il maestro del quale il giovane è allievo, e dal quale ha imparato la mossa di scacchi detta "variante di Lunenberg", ma le circostanze sono terribili: tra leggi razziali e campi di concentramento, in cui uno è il carnefice l'altro la vittima, la trama è molto ricca. La lettura è molto scorrevole, il romanzo mi è piaciuto tantissimo!




3.0Interessante, 21-03-2012
di S. Alimonti - leggi tutte le sue recensioni

Sin dalle prime pagine sono rimasto affascinato dalla capacità descrittiva dei singoli eventi, riportati da un io narrante che resta celato fino all'ultima parte, e soprattutto di questo sconosciuto mondo degli scacchi. Ho apprezzato molto il libro per come indaga il mondo degli scacchisti, che personalmente ho sempre trovato personaggi eccentrici e molto misteriosi.




4.0Best seller italiano, 10-03-2012
di L. Conca - leggi tutte le sue recensioni

Forse c'è qualche incongruenza e non sempre la scrittura è scorrevole, ma il libro è molto bello. Un "giallo" ambientato su una scacchiera, su cui si gioca una partita lunga una vita -quella di Frisch- di cui la fine, inattesa e apparentemente inspiegabile, rappresenta lo scacco matto. I giocatori sono 2 promesse delle 64 caselle che il destino beffardo e crudele ha messo di fronte, negli scacchi come nella vita: l'"apertura" è la loro formazione scacchistica; il medio gioco è una guerra vera e dolorosa, quella che opposti sulla scacchiera vede "pezzi" nazisti e ebrei. In palio c'è una posta che vale meno di un pfenning: la vita umana! Un libro sorprendente, nel vero senso della parola. Ti aspetti un certo tipo di racconto e per metà romanzo trovi conferma delle idee iniziali. Poi ti trovi in un altro mondo, inatteso, forte.




4.0La variante di Lneburg, 05-08-2011
di F. Opoli - leggi tutte le sue recensioni

Avevo molte attese per questo racconto e non sono state disattese: è un libro ben scritto, con uno svolgimento (un po' a scatole cinesi se vogliamo) interessante. Si apre con un colpo di pistola che stronca la vita del Dottor Frisch, un facoltoso uomo d'affari tedesco. Di cosa si tratta? Omicidio? Incidente? Suicidio? La risposta è sorprendente: non si tratta d'altro che di una mossa di scacchi, l'unica rimasta per poter proseguire una partita durata decenni tra la vittima ed il suo avversario, il suo nemico giurato, la sua nemesi. Partendo dall'ultima mossa ricostruisce a ritroso passo dopo passo tutte le fasi della partita giocata dai due maestri del gioco in una versione del tutto inedita: col mondo come scacchiera e persone come pedine. Cerca inoltre di dare (o far dare) uno sguardo sul mondo degli scacchi penso senza spaesare chi poco di scacchi sa. Certo, sapere già del mito cubano Capablanca o del russo che lo sconfisse può aumentare un primo divertimento. Ma la storia è altra, legata ai personaggi che scopriamo a poco a poco. La tirata finale sa di déjà vu, ma forse è solo che di questo tipo se ne legge (o da qui se ne lesse) . Forse avrei sciolto meglio (con più sapore scacchistico) i dettagli della variante. E forse avrei cercato di entrare di più nella psicologia del rimorso. Tuttavia lo ritengo un romanzo da annoverare tra i libri che ricordo con piacere. Certo il piacere può anche essere doloroso, ma è la vita, baby.




4.0Intrigante!, 21-07-2011
di R. Nardocci - leggi tutte le sue recensioni

Anche se questo libro non è proprio il mio genere, l'ho apprezzato, forze tutta la storia montata sugli scacchi è un po forzata, ma il finale ci lascia soddisfatti di averlo letto!




4.0La variante di Lneburg, 11-07-2011
di S. Faccimma - leggi tutte le sue recensioni

Mi venne consigliato da un parente che incontrai casualmente in libreria. Devo dire che aveva proprio ragione. Il libro è molto bello, ben scritto e scorre filato fin dalla prima pagina. La storia ruota attorno al suicidioomicidio di Frisch. La cornice attorno all'argomento del libro è sicuramente costituita dal mondo degli scacchi. Le descrizioni sono così realistiche ed accattivanti che, non essendo io un giocatore di scacchi, mi è venuta una gran voglia di dedicarmi a questo gioco. Ed ecco che la storia di ingarbuglia, fino ad arrivare alla sfida tra un ebreo ed il suo aguzzino tedesco in un campo di concentramento. Anche se probabilmente è vero che la trovata è un po' scontata, la narrazione si mantiene sempre su ottimi livelli e quindi ci si dimentica di questa pecca. Ne consiglio caldamente la lettura.




3.0La variante di Lneburg, 05-07-2011
di A. Basile - leggi tutte le sue recensioni

Non fatevi ingannare dalla brevità del libro, che è solo un pretesto. Buona costruzione narrativa, ottima scrittura, ma un po' troppo prevedibile: non riesce a sfruttare appieno l'impostazione da giallo con cui si apre. Anche il valore simbolico attribuito agli scacchi non è nulla di nuovo: molto meglio la Schachnovelle (novella degli scacchi) di Zweig, con cui questo romanzo ha molte affinità.




2.0Partita di scacchi, 08-03-2011
di P. Nicolosi - leggi tutte le sue recensioni

Un misterioso incontro su un treno; la narrazione di un passato che disvelerà a uno dei protagonisti il suo atroce destino. Un libro che non ho affatto apprezzato: la trama è poco accattivante ed a tratti del tutto inverosimile. Si fa fatica a proseguire nella lettura di un testo così poco coinvolgente e ai limti dell'assurdo.




4.0La variante di Luneburg, 21-02-2011
di P. Bizzarri - leggi tutte le sue recensioni

L'autore ti consente di respirare insiemeai personaggi, di essere partecipe dei fatti della vita, sulla stessa barca con quell'unica variante che non puoi mai prevedere: il destino. Libretto agile, si legge facilmetne. Decisamente consigliato ai palati fini e non.




product