€ 14.45€ 17.00
    Risparmi: € 2.55 (15%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Uomo nel buio

Uomo nel buio

di Paul Auster

3.5

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Supercoralli
  • Traduttore: Bocchiola M.
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2008
  • EAN: 9788806194741
  • ISBN: 8806194747
  • Pagine: 152
  • Formato: rilegato

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
August Brill ha 72 anni, ora vive nel Vermont a casa della figlia per rimettersi da un grave incidente d'auto. Nelle notti d'insonnia tiene occupata la mente immaginando storie che lo conducano lontano dalla sua vita, da ciò che vorrebbe dimenticare: la recente morte della moglie e l'orribile assassinio in Iraq del fidanzato della nipote che laggiù lavorava in un impresa di costruzioni. Sdraiato nel buio, immagina un'America dilaniata dalla guerra civile scoppiata nel 2000 durante la prima contestatissima elezione di Bush; un'America parallella nella quale non è avvenuto l'attentato dell'11 settembre. Mentre il destino del protagonista della storia fantapolitica diventa sempre più incerto, la nipote, anch'essa insonne, raggiunge il nonno e August capisce che non può più sfuggire ai racconti veri, alle vicende della sua vita.

Note su Paul Auster

Paul Auster è nato da una famiglia ebrea di origini polacche a Newark, nello Stato americano del New Jersey, il 3 febbraio 1947. Suo padre, Samuel Auster, era proprietario di alcuni edifici di Jersey City. Sua madre aveva circa 13 anni in meno del marito. Il loro, fin dai primi giorni, non è stato un matrimonio felice. Paul Auster è cresciuto a Newark, assieme alla sorella, più piccola di lui di circa tre anni e affetta da forme di squilibrio mentale. La situazione famigliare ha segnato la vita di Paul Auster, come rivela lui stesso nel suo memoir dal titolo “Hand to Mouth” (1997). Paul inizia a nutrire una forte passione per la letteratura fin da giovane. Dopo le scuole superiori, inizia a viaggiare per l’Europa, visitando l’Italia, la Spagna, Parigi e Dublino, la città di James Joyce. Tornato negli Stati Uniti, si iscrive alla Columbia University. Nel 1966 conosce la scrittrice Lydia Davis, con la quale si sposerà il 6 ottobre 1974 e da cui avrà un figlio. Nel 1969, dopo aver conseguito la laurea, si imbarca su una petroliera e viaggerà per un anno. Poi è di nuovo in Francia, dove resta per tre anni, dal 1971 al 1974. Tornato negli Stati uniti, pubblica due volumi di versi: “Unhearth” e “Wall Writing”. Il suo primo romanzo è del 1979, “L’invenzione della solitudine”, un romanzo autobiografico incentrato sul suo rapporto con il padre, deceduto poco tempo prima. Nel 1985 ottiene il successo a livello internazionale con la trilogia di New York composta da “Città di vetro”, “Fantasmi” e “La stanza chiusa”. Da questo momento in poi, scriverà altri numerosi romanzi e alcune sceneggiature per il cinema. Dopo aver divorziato dalla Davis, nel 1981 si è sposato con la scrittrice Siri Hustvedt, da cui avrà una figlia, Sophie.
 

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Paul Auster:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Uomo nel buio e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.6 di 5 su 5 recensioni)

3.0Intenso e sofferto, 10-08-2011, ritenuta utile da 3 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro breve ma intenso. Contro le guerre (Iraq, Afghanistan) ma non solo. La guerra, comunque, è solo un pretesto per dissezionare l'animo umano, in specie laddove il protagonista ripercorre a ritroso la propria esistenza, segnata da disgrazie e disavventure, riportata in maniera mirabile dall'Autore.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Uomo nel buio, 01-11-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Inizio di forte impatto emotivo.
Come sempre la scrittura di Paul è ammaliante e depistante.
Buon intreccio.
Interessante la frase a pagina 14.
Risoluto, duro.
Strano finale.
Forse questo libro non l'ho compreso appieno.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Ottimo romanzo, 25-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Paul Auster mescola l'intreccio del romanzo a riflessioni sulla guerra in Iraq raccontandoci di August Brill, critico letterario costretto a inventarsi mondi paralleli per combattere l'insonnia. Ma la cruda realtà torna a farlo pensare, attraverso i ricordi. Stile narrativo diretto e flash-back che fanno riflettere fanno di questo libro uno dei miei preferiti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0ricordi dolorosi, 19-07-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
L'insonnia che costringe a fare i conti con i propri ricordi, a cui però il protagonista cerca di sfuggire inventandosi storie, è un tema interessante, che forse però non viene approfondito nel modo giusto. Non si tratta, a mio parere, di un'analisi della propria vita, con i rimorsi e i rimpianti che spesso lascia con sè, ma un raccontare il passato con nostalgia, ripercorrendone soprattutto le parti più dolorose, per trovare un rimedio al dolore presente e trovare un modo per andare avanti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Bel libro, 27-03-2009
di - leggi tutte le sue recensioni
Paul Auster mescola il romanzo a riflessioni sulla guerra raccontandoci di August Brill, critico letterario costretto a inventarsi storie e mondi paralleli per combattere contro l'insonnia, ma la cruda realtà torna a farlo pensare, attraverso i ricordi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO