€ 16.50
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Uomini e caporali. Viaggio tra i nuovi schiavi nelle campagne del Sud

Uomini e caporali. Viaggio tra i nuovi schiavi nelle campagne del Sud

di Alessandro Leogrande

5.0

Prodotto momentaneamente non disponibile
Ogni estate migliala di stranieri, provenienti dall'Africa e dall'Europa dell'Est, si riversano nel Tavoliere delle Puglie per impegnarsi nella raccolta dei pomodori e di altri frutti della terra. Sono i nuovi braccianti: vivono in casolari diroccati o in baraccopoli, in condizioni igieniche, lavorative e salariali atroci, che sembravano scomparse. La loro esistenza viene afferrata e stritolata da un sistema agricolo arcaico e disumano. Diventano vittime dei caporali i quali, d'accordo dei proprietari terrieri della zona, li smistano in tutta la regione. Tra i "nuovi schiavi" che hanno provato a ribellarsi, molti sono scomparsi nel nulla. Altri sono morti in circostanze misteriose. Ma nell'estate del 2005 tre ragazzi polacchi sono riusciti a scappare dai loro aguzzini e a raggiungere il consolato di Bari. Grazie alla loro denuncia, è stato possibile un blitz dei carabinieri e un'inchiesta della Direzione distrettuale antimafia che ha portato all'arresto di decine di caporali. L'autore ha incontrato le vittime, ha studiato le tecniche e le "biografie" dei nuovi kapò, ha interrogato magistrati, avvocati, medici, sindacalisti che hanno provato a opporsi allo sfruttamento. Racconta un Sud in bilico tra arretratezza e modernità, all'avanguardia nella gestione del nuovo mercato delle braccia. Un Sud dinamico e al contempo immutabile, in cui la terra si lavora come cento anni fa quando a essere sterminati nelle campagne erano i braccianti pugliesi.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Alessandro Leogrande:


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Uomini e caporali, 16-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Esiste ancora la schiavitù nell'Europa democratica del XXI secolo? In che modo in questo periodo l'uomo viene intrappolato in una condizione in cui viene privato persino dei diritti fondamentali? Alessandro Leogrande risponde a queste domande e ci spiega cosa accade in particolare nelle terre del foggiano dove la raccolta del pomodoro molto spesso equivale ad estrema sofferenza.
Ritieni utile questa recensione? SI NO