€ 4.75€ 5.00
    Risparmi: € 0.25 (5%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Uno, nessuno e centomila

Uno, nessuno e centomila

di Luigi Pirandello

4.5

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Uno, nessuno e centomila acquistano anche Mastro don Gesualdo. Ediz. integrale di Giovanni Verga € 3.90
Uno, nessuno e centomila
aggiungi
Mastro don Gesualdo. Ediz. integrale
aggiungi
€ 8.65


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 49 recensioni)

5.0Pirandello, 15-04-2015
di - leggi tutte le sue recensioni
"Uno, nessuno e centomila" è uno dei libri più famosi di Pirandello. Il protagonista, Vitangelo Moscarda, è un uomo comune e ordinario che vive di rendita grazie al lascito del padre. Un giorno, però, la moglie gli fa notare che il suo naso è leggermente storto e lui comincia ad avere una crisi di identità. Si rende conto che gli altri hanno un'immagine di lui completamente diversa da quella che lui immaginava, e vuole scoprire chi è veramente. Inizia così a cambiare il suo stile di vita, e ad esempio prima sfratta una famiglia per poi regalarle un nuovo appartamento. Finirà in un ospizio, dove finalmente si sentirà libero da ogni vincolo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un capolavoro, 11-04-2014
di - leggi tutte le sue recensioni
Le opere di Pirandello sono tutte dei piccoli capolavori, ma ritengo che questo sia uno dei più significativi. Rispecchia perfettamente quella sensazione che, almeno una volta nella vita, ognuno di noi prova: la percezione dell'io. Chi sono io? Come mi vedono gli altri? E se i vari io non coincidono qual è quello reale? Un viaggio nell'introspezione e nello stesso tempo nell'intricato tessuto della società mettendo in risalto come l'uomo sia un "animale" sociale, e il contesto influisca sulla nostra vita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Uno, nessuno e centomila... E io?, 07-04-2014
di - leggi tutte le sue recensioni
Davvero una grande opera. Molto bella questa edizione. Il grande Pirandello riesce a calarti nel libro come un romanzo solo sa fare e ti fa proseguire in una autointrospezione che ti mette in seria discussione, arricchendo le tue giornate di riflessioni, spesso contorte ma a mio parere necessarie. L'inizio può sembrare lento ma il proseguo è apprezzabile. Il merito più grande è quello di aver centrato un tema che si faceva presente in quegli anni ma che è attualissimo. È difficile farne una critica negativa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il romanzo dell'IO, 30-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Per Piradello l'uomo non ha una sola identità... Siamo come un vaso di cristallo che si frantuma in mille pezzi... Noi siamo ciò che gli altri percepiscono di noi, ciò che gli altri vogliono vedere in noi.
Questa improvvisa rivelazione mette in crisi il protagonista, ma da questa nuova visione e intuizione ne esce rigenerato perchè si riappropia di se stesso...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Discutibile., 12-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Leggere questo libro non per piacere ma per dovere ha di certo influito su quello che è il mio giudizio finale in merito al suo contenuto. Pirandello però sovrasta ogni incertezza regalando una moltitudine di sfaccettature su quelle che sono le persone dentro e fuori di se! Uno, nessuno e centomila è l'esempio di come l'esteriorità non rispecchia del tutto il nostro io interiore, ma ne rende viva la sua esistenza!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Capolavoro pirandelliano , 07-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
A mio avviso con il testo "il fu mattia pascal" questo è la massima espressione del profondo pensiero pirandelliano. Non è un libro facile da comprendere anche se la storia non è difficile da capire. L'autore riesce a disegnare su Moscarda, il protagonista, tutto il suo pensiero. Consigliata questa edizione soprattutto per il prezzo modico
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Uno, nessuno e centomila, 03-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Indubbiamente ci troviamo di fronte ad uno dei capolavori assoluti della letteratura non solo italiana, ma europea. Questo "Uno, nessuno e centomila" di Luigi Pirandello affronta una delle tematiche più care allo scrittore siciliano ovvero la molteplicità di maschere che ogni persona è costretta a vestire nella sua vita sociale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Consigliata la lettura, 01-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Moscarda è l'estraniato protagonista del romanzo più famoso di Pirandello, che vive una vita tranquilla e abitudinaria, basata sulle solite impressioni superficiali, finché non scopre, tramite la rivelazione della moglie, di avere il naso storto, un piccolo particolare fisionomico di cui non si era mai accorto. Da questo piccolo particolare si svilupperà tutta la teoria delle 'maschere' innumerevoli che si pone l'uomo di fronte all'altro uomo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Vita e forma, 24-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
L'uomo non è più visto come un individuo. No, non è più una persona sola, non è più un'essenza indivisibile. Ogni uomo vede ogni altro uomo in un modo diverso. In questo modo se centomila persona guardano una stessa persona la vedranno in centomila modi diversi. E questo? Già, questo ti porterà ad identificarti in nessuno. Questo è il messaggio del libro, questo è ciò che Pirandello ci spiega con la sua storia particolare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Siamo davvero liberi?, 30-03-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Quando la moglie gli fa notare di avere il naso deviato, un uomo è assalito dai dubbi. Il fatto che non se ne sia mai accorto, così come alcuni conoscenti (al contrario di altri) , da inizio ad alcune riflessioni che lo potano a capire che l'immagine di un uomo, non solo quella fisica ma soprattutto quella umana, è vincolata a quella che ognuno dei suoi simili ha di lui. Poiché queste immagini non coincidono né fra esse né con quella reale che l'essere umano ha di sé stesso, egli si rassegna a rappresentare infinite maschere che lo rendono inconoscibile e prigioniero dell'opinione altrui.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Capolavoro, 06-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
E' l'opera di Pirandello che più ho apprezzato. Fa riflettere tantissimo sulla tua identità, sulla tua personalità! Pirandello dice che noi siamo unici, ma gli altri ci vedono in altri modi rispetto a ciò che siamo realmente! Avendo tante "facce" è come se non ne avessimo nessuna. Questo è il principio su cui si basa la vicenda!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un classico, 06-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un classico tra i classici. La storia di Vitangelo Moscarda fa sorridere e riflettere con intelligenza. Uno dei capisaldi in cui la poetica pirandelliana si esprime ai massimi livelli. L'idea di fondo è l'impossibilità di arrivare ad una conoscenza oggettiva non solo della realtà e delle persone che ci circondano ma anche di se stessi. Un grande autore del novecento.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Uno, nessuno e centomila (49)