€ 9.50
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Universo

Universo

di Robert A. Heinlein

4.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Piccola biblioteca oscar
  • Traduttore: Pinna A.
  • Data di Pubblicazione: maggio 2006
  • EAN: 9788804555490
  • ISBN: 8804555491
  • Pagine: 175
  • Formato: brossura
Lo scenario è quello di una gigantesca astronave, talmente grande da costituire un universo, in cui a essere braccati sono, come nel mito antico, i diversi, i mutanti, nati e cresciuti deformi in seguito a radiazioni nocive e che, come il mostro della leggenda, hanno insieme il ruolo del cattivo e della vittima. Così come cattivi e vittime possono apparire gli umani che si scontrano con loro. In mezzo, un ragazzo, Hugh Hoyland: l'uomo solo in grado di decidere per il bene della comunità, l'eroe incorruttibile e pragmatico alla John Wayne, in lotta perenne contro le dittature in nome della libertà. Uscito a partire dal 1941, Universo è il frutto di una stagione particolarmente felice della fantascienza.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Robert A. Heinlein:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Universo e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 2 recensioni)

4.0Dogmi spaziali, 01-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
L'idea di fondo è brillante: un'astronave generazionale che viaggia alla deriva da secoli verso Alpha Centauri. Col tempo gli occupanti perdono le conoscenze scientifiche e lo scopo del viaggio, diventando "ignoranti" spaziali superstiziosi. Bello.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Generazioni spaziali, 28-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
A Robert A. Heinlein (1907 – 1988) la fantascienza deve molte idee innovative. In particolare, questo romanzo (nella versione originale, Orphans of the sky), introduce il concetto di astronave generazionale. Poiché, la teoria della relatività postula l’impossibilità di superare la velocità della luce, gli scrittori di fantascienza, nell’immaginare l’esplorazione dello spazio extrasolare, hanno dovuto escogitare vari espedienti. Heinlein ha concepito un’astronave in grado di viaggiare per secoli, tanto grande da poter ospitare generazioni di discendenti dell’equipaggio originale. Il concetto è stato sviluppato nel 1941 in due romanzi brevi, pubblicati assieme solo nel 1963. Naturalmente, Heinlein porta lo spunto alle conseguenze estreme. Nell’immensità dell’astronave, i discendenti degenerano sino a perdere memoria della loro missione e a credere che tutto l’universo consista in un labirintico mondo concavo. Il romanzo narra come alcuni riescano a conquistare la verità, sino ad approdare finalmente su un pianeta adatto alla vita. Lo stile secco e preciso di Heinlein fa di Universo una lettura scorrevole e avvincente. A un livello più profondo, oltre ai temi cari all’autore (la ribellione contro la tirannia, la fiducia nell’individuo) cogliamo una riflessione sulla natura della realtà. E su come sia facile, basandosi su premesse errate, costruire un sistema coerente di idee, una fede, che trova subito i suoi zelatori. Esattamente ciò che l’umanità ha fatto negli ultimi millenni.

Ritieni utile questa recensione? SI NO