€ 13.60€ 16.00
    Risparmi: € 2.40 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
L' università truccata

L' università truccata

di Roberto Perotti

3.5

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Gli struzzi
  • Data di Pubblicazione: settembre 2008
  • EAN: 9788806193607
  • ISBN: 8806193600
  • Pagine: 183
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
L'università italiana sta morendo di nepotismo, scarsa selezione nel vagliare il corpo docente, mancanza di incentivi alla produzione scientifica, incapacità di individuare prospettive da seguire da parte di chi ha il compito di governarne l'evoluzione. L'università italiana non è produttiva né equa, non facilitando la mobilità sociale. Praticamente ogni ministro ha legato il proprio nome a una rivoluzione dell'università, suscitando dibattiti infiniti su ogni comma di legge. Ma un osservatore esterno che guardasse ai risultati invece che ai mille rivoli delle normative non si accorgerebbe di nulla. Ciò che serve è una cosa sola: abbandonare l'illusione di poter controllare tutto dal centro e introdurre invece un sistema di incentivi e disincentivi efficaci. Questo saggio è la fotografia impietosa di una catastrofe educativa che pesa sul futuro dell'Italia. Ma anche la coraggiosa proposta di alcune riforme semplici e radicali, per rompere definitivamente con decenni di palliativi. Un sistema dove sia nell'interesse stesso degli individui cercare di fare buona ricerca e buona didattica ed evitare comportamenti clientelari. Un sistema in cui ogni ateneo possa fare quello che vuole, ma dove chi sbaglia sia chiamato a pagare. Un sistema che elimini la straordinaria iniquità attuale, in cui le tasse di tutti finanziano l'università gratuita dei più abbienti.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano L' università truccata acquistano anche Il macigno. Perché il debito pubblico ci schiaccia e come si fa a liberarsene di Carlo Cottarelli € 12.75
L' università truccata
aggiungi
Il macigno. Perché il debito pubblico ci schiaccia e come si fa a liberarsene
aggiungi
€ 26.35


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.7 di 5 su 3 recensioni)

3.0Accusa contro l'università italiana, 12-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
L'università truccata è un libro che si legge in un attimo. E' abbastanza scorrevole.
Affronta temi quali il clientelismo, il sistema delle tasse, il fenomeno dei "cervelli in fuga", l'esigenza di riforme, l'assenza si meritocrazia, le riforme ministeriale che si sono succeduti negli ultimi anni.
Un quadro non propio consolante della situazione universitaria italiana, duramente attaccata, e, più in generale, della situazione educativa in Italia.
L'autore propone alcune soluzioni per salvare l'università italiana da un rovinoso futuro. Ma è solo utopia?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Contro i baroni dell'Università , 02-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo saggio poteva rappresentare una dura requisitoria, un severo rimprovero contro il senso di scontentezza e inquietudine dell'università del nostro paese. Nella realta’, il libro si limita a indicare rimedi leggeri, sfumati, vaporosi e a porre l’accento su vicende gia’ ampiamente note grazie alle cronache giudiziarie. In questo libro alcune cose sorprendono alquanto: l'autore ha omesso di indicare la complessa trama degli intrecci tra politica e massoneria, tra politica e sindacato, tra politica e poteri religiosi. Inoltre desta qualche incertezza l’assenza della Bocconi fra quelle annoverate come “corrotte” e poi la contrapposizione posta tra quelle italiane e straniere ci sembra francamente propagandistica, con lo scopo di diffondere determinate idee. In ogni caso, da leggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0L' università truccata, 28-07-2010, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
L'autore è professore ordinario di economia politica in una delle università più prestigiose, la Bocconi. Quanto scrive ha dunque un indubbio valore di testimonianza e di competenza. Il libro fornisce dati che smontano una serie di miti sull'università italiana: gli atenei non sono affatto sottofinanziati; i docenti non hanno troppi studenti; la corruttela, il nepotismo, il familismo e il patrimonialismo accademici non sono casi isolati, anzi costituiscono un dato strutturale. Le cose migliori Perotti le scrive nella seconda parte del libro, dedicata alle proposte: un sistema di valutazione a tutto campo corredato da un sistema efficace ed efficiente di sanzioni positive e negative; innalzare le tasse universitarie e nello stesso tempo utilizzare quell'aumento per fare un maggior numero di borse di studio e introdurre uno schema di prestiti d'onore per coloro le cui famiglie hanno redditi bassi e medio-bassi; investire in residenze per studenti; eliminare micro-atenei fantasma e sedi distaccate; pagare di più all'inizio della carriera accademica i giovani bravi e promettenti, quando cioè la produttività scientifica e la disponibilità a muoversi è più alta, e meno a fine carriera; introdurre una parte variabile dello stipendio dei docenti sulla base di valutazioni della produttività didattica e di ricerca, anziché sulla base di scatti di anzianità nel ruolo automatici; abolizione dei concorsi farsa, che rettori e direttori siano liberi di reclutare chi vogliono, poi però le persone vengano seriamente valutate e, se il caso, seriamente punite sul piano finanziario.
Ritieni utile questa recensione? SI NO