€ 17.04
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
L' ultimo gulag. La tragedia di un sopravvissuto all'inferno della Corea del Nord

L' ultimo gulag. La tragedia di un sopravvissuto all'inferno della Corea del Nord

di Chol-Hwan Kang, Pierre Rigoulot

4.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Ingrandimenti
  • Traduttore: Morpurgo A.
  • Data di Pubblicazione: 2001
  • EAN: 9788804489795
  • ISBN: 8804489790
1977, Pyongyang, capitale della Corea del Nord. Kang Chol-hawan vive con la sua famiglia in un quartiere elegante della città. Ha 9 anni. A scuola gli spiegano che il Grande Leader tutela la potenza e l'autonomia del Paese contro i "fantocci imperialisti di Seul". i suoi nonni sono favorevoli al regime di Kim Il-sung. Un giorno però il nonno sparisce. Poco dopo la sua famiglia viene arrestata e internata nel campo di Yodok. Inizia un calvario che dura 10 anni, tutta l'adolescenza di Kang Chol-hwan. Con la rabbia che ha maturato in 10 anni di sofferenze e che non l'ha mai abbandonato, l'autore descrive lo scenario di un inferno organizzato: lavoro forzato, massima sorveglianza, programma di rieducazione politica, umiliazioni sistematiche e torture.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0L'inferno Corea del nord, 30-03-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Reduce da un campo di concentramento nordcoreano, Chol Hwan Kang racconta la sua esperienza con particolari che fanno letteralmente accapponare la pelle. Il motore di tutto era la fame, quella cronica, quella che, stando alle testuali parole dell'autore, ottunde la ragione ed induce i genitori a strappare via il cibo dalle mani dei figli. Nei campi di "lavoro" (così erano chiamati) , c'erano dei bilocali dove abitavano due famiglie (una per ogni ambiente) . I prigionieri, però, si erano sistemati tutti in una camera e nell'altra allevavano topi: in questo modo la carne non mancava mai. Il libro, è facile intuirlo, descrive una realtà disumana che alle nostre latitudini è davvero difficile da immaginare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO