€ 10.62€ 12.50
    Risparmi: € 1.88 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il tunnel delle multe. Ontologia degli oggetti quotidiani

Il tunnel delle multe. Ontologia degli oggetti quotidiani

di Maurizio Ferraris

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Einaudi tascabili. Pop
  • Data di Pubblicazione: aprile 2008
  • EAN: 9788806191344
  • ISBN: 8806191349
  • Pagine: VIII-274
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
Mi è capitato di prendermi tre multe per eccesso di velocità nel tunnel del Monte Bianco, visto che l'infrazione era stata rilevata da tre autovelox. Di qui, a parte l'esborso, la domanda filosofica: un evento si moltiplica in ragione degli osservatori? Si direbbe di sì, stando alla polizia italiana e alla gendarmeria francese. Ma, in questo caso, se gli autovelox fossero stati mille, avrei dovuto pagare mille multe? Gli aneddoti che Maurizio Ferraris raccoglie in questo dizionario filosofico fuori dal comune sono piú o meno di questo tenore. Da "Autovelox" a "Zuhandenheit", in 129 voci che spaziano dal "Bancomat" agli "Zoccoli" passando per "Cavatappi", passando per le "Mutande, senza dimenticare le "Cazzimme" e le "Supercazzole", l'autore cerca di definire quelli che Roland Barthes chiamava "miti d'oggi" e Martin Heidegger "essere-nel-mondo". La filosofia alle prese con i paradossi della vita quotidiana.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Maurizio Ferraris:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Il tunnel delle multe, 02-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
L'ho finito da due giorni e benché ancora a freddo provo a fare un breve commento. Esistono anche dei libri di filosofia che si riescono a leggere, che non ti stordiscono con paroloni usati come manganelli, che non hanno frasi con otto subordinate e sette coordinate, scritti in modo semplice, ma intelligente. Eccone uno. Ferraris va alla radice delle cose, ci spiega il perché di tante cose che usiamo quotidianamente e che magari neanche notiamo, dal Bancomat al cavatappi. Ma in realtà parla di noi che le usiamo, con garbo, ironia e uno sguardo obliquo. Il migliore, perché illumina lati poco noti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO