€ 5.95€ 7.00
    Risparmi: € 1.05 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Tu sei un bastardo. Contro l'abuso delle identità

Tu sei un bastardo. Contro l'abuso delle identità

di Gad Lerner

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli
Novello gentiluomo di campagna, dalla cascina in Monferrato nel quale si è ritirato Gad Lerner scrive questo pamphlet polemico che elogia il tradimento delle appartenenze e riconosce infine: per fortuna, siamo e resteremo bastardi. Perché sono in tanti che, come lui, si sono ricreati un'identità. Facendo nomi e cognomi, Lerner porta il lettore all'incontro con tanti insospettabili spacciatori d'identità: le femministe che elogiano Ratzinger in nome della differenza sessuale; gli intellettuali ebrei che coltivano una narcisistica separazione, contraddicendo l'intento emancipatorio del sionismo; i simboli etnici introdotti sui campi di calcio; l'Ulivo disfatto in nome delle identità di partito...

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Tu sei un bastardo. Contro l'abuso delle identità acquistano anche Cercando il benessere nelle migrazioni. L'esperienza delle assistenti familiari straniere in Trentino di Maurizio Ambrosini € 14.40
Tu sei un bastardo. Contro l'abuso delle identità
aggiungi
Cercando il benessere nelle migrazioni. L'esperienza delle assistenti familiari straniere in Trentino
aggiungi
€ 20.35


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Provocatorio, 03-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
E’ un libro "polemico", nel quale l’autore, in uno stile chiaro, scorrevole e molto vicino al parlato, s’impegna in diverse direzioni, in tutte quelle che la moderna, attuale situazione, italiana e straniera, comporta. Mostra come ovunque si siano create condizioni tali da favorire la formazione d’identità umane isolate, di gruppi di persone che rivendicano le proprie origini, la propria condizione, i propri diritti. Da leggere
Ritieni utile questa recensione? SI NO