€ 8.50€ 10.00
    Risparmi: € 1.50 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Tre metri sopra il cielo

Tre metri sopra il cielo

di Federico Moccia

2.5

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli
Le ragazze vestono secondo le mode dell'ultimo minuto. I ragazzi girano con i loro scooter o, meglio, con la BMW lunga, magari rubata al papà. Le ragazze si preparano ad incontrare il ragazzo della loro vita. I ragazzi si sfidano in prove di resistenza fisica, di velocità, di rischio. Sullo sfondo di una frenetica vita di clan, Stefano, detto Step, e Babi si incontrano. Lei ottima studentessa, lui ottimo picchiatore, violento, passa i pomeriggi in piazza davanti al bar o in palestra, la sera in moto o nella bisca dove gioca a biliardo. Appartengono a due mondi diversi, ma finiscono per innamorarsi. Un romanzo di vite quotidiane, di noia, di fatica, di adrenalina e di violenza.

Note su Federico Moccia

Federico Moccia è nato a Roma il 20 luglio del 1963. Figlio di Giuseppe Moccia, noto regista e sceneggiatore cinematografico, Federico esordì al suo fianco come aiuto regista nel film “Attila flagello di Dio”. Nel 1987 dirige “Palla al centro”, ma il film non ebbe molto successo. Ha poi lavorato come sceneggiatore, occupandosi, tra le altre della sceneggiatura di alcuni episodi de “I ragazzi della 3° C”. Nel 1989 partecipa come regista e sceneggiatore alla serie “College”. Sempre per la TV è autore di numerose trasmissioni, quali “Domenica IN”, “Scommettiamo che?” e “I cervelloni”. Il suo romanzo d’esordio è del 1992, e si intitola “Tre metri sopra il cielo”. Nonostante inizialmente non riesca a trovare un editore disposto a pubblicare la sua opera, Federico Moccia decide di pubblicarlo a sue spese, con una tiratura minima. A distanza di anni però il libro comincia a diffondersi tra gli studenti dei licei romani. Grazie al successo improvviso, “Tre metri sopra il cielo” viene pubblicato dalla casa editrice Feltrinelli e diventa un classico destinato ad un pubblico giovanile. Nel 2004 “Tre metri sopra il cielo” viene trasposto in una versione cinematografica. Con la regia di Luca Lucini e con protagonisti Riccardo Scamarcio e Katy Saunders, il film ottiene il favore del pubblico e rilancia ulteriormente il romanzo di Moccia, che vende milioni di copie in tutta Europa. In seguito, l’autore romano pubblica altri numerosi romanzi, tra cui “Ho voglia di te” (2006), che dà vita ad un altro film, sempre con Scamarcio. Il film rende Scamarcio l’idolo delle adolescenti e dà vita al fenomeno dei lucchetti degli innamorati sul Ponte Milvio di Roma. Il lucchetto posto sul ponte dagli innamorati diventa una moda che da Roma si estende in tutta Italia e poi anche in Europa. Altri romanzi di Moccia sono stati trasposti in versione cinematografica. Nel maggio del 2012, Federico Moccia diventa sindaco di Rosello, in provincia di Chieti.
 

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Tre metri sopra il cielo acquistano anche Uno splendido sbaglio di Jamie McGuire € 13.94
Tre metri sopra il cielo
aggiungi
Uno splendido sbaglio
aggiungi
€ 22.44

I libri più venduti di Federico Moccia:


Voto medio del prodotto:  2.5 (2.3 di 5 su 72 recensioni)

4.0Un grande amore, 07-08-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro che ha ispirato il film che ha fatto sognare generazioni di giovani, una storia d'amore tra due ragazzi diversi che non possono fare a meno di stare insieme. Un libro che può essere adatto sia ai grandi che agli adolescenti, ai primi per rivivere i loro primi amori, ai secondi per affrontare l'adolescenza sognando insieme ai protagonisti del romanzo. Adatto ad una lettura nel tempo libero, magari sotto l'ombrellone. Consiglio anche di vedere il film tratto dal romanzo per continuare a sognare...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Uno solo perchè non esiste lo zero, 03-01-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
Una delle cose peggiori che abbia mai letto.
Si possono scrivere romanzi emozionanti e coinvolgenti (che possano interessare i cosiddetti adolescenti) evitando una prosa sciatta e banale, trame scontate, personaggi sterotipati e linguaggi mutuati da una puntata di Amici di Maria de Filippi. Il target del romanzo si rispecchia in base ai contenuti e al modo in cui vengono affrontati: Dawson's Creek trattava di pischelletti alle prese con le stesse turbe erotiche di Step Co, eppure non parlavano come dei truzzi. Ed era un telefilm americano. Qui non si tratta di distinguere tra letteratura alta e bassa, cosa che non ha senso, ma tra un romanzo buono e uno meno buono, con le infinite gradazioni tra i vari giudizi.
Non condanno chi lo ha letto, l'importante è saper cambiare idea e rendersi conto non tanto di aver sprecato del tempo, ma di aver considerato avvincente e scorrevole un romanzo banale e scritto male. La colpa non è dei lettori ma dello scrittore che li educa al cattivo gusto. Il gusto, da sempre, va educato, in modo che si diventi in grado di apprezzare testi che sono in grado di trasmetterti visioni al di là del comune sentire, del senso comune inteso come banalità. Quelle visioni che solo i grandi artisti possono evocare, portandoti davvero "tre metri sopra il cielo".
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Mi ha fatto sognare, 05-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho letto questo libro quando ero una ragazzina e mai rinnegherei che mi è piaciuto molto. Mi ha fatto sognare ad occhi aperti, immergere in una storia ricca di una trasgressività che bisogna saper vedere con consapevolezza. La storia è intrigante, ma credo che comunque resti una lettura circoscritta ad un pubblico giovanegiovanissimo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.03 metri sopra il cielo, 20-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho letto la prima volta questo libro tanti anni fa... Quando ero appunto una ragazzina.
La scrittura di Moccia è molto semplice e sa prendere quell'età tra gli 11 e 13 anni massimo, almeno spero!
Dopo è troppo infantile nel raccontare, troppo appunto ragazzino.
La storia di questi due ragazzi così diversi, appartenenti a due mondi lontani, che si innamorano non è poi niente di nuovo.
Ripeto carino per una dodicenne.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Mah..., 17-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
L'ho letto tempo fa, e più tempo passa da allora, più rimpiango di aver perso tempo a leggerlo. Non mi piace il modo in cui scrive l'autore. Non mi piacciono i personaggi. Babi, la protagonista, è odiosa. Step, il ragazzo di cui si innamora, è anche peggio. Uno dei peggiori romanzi che abbia mai letto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Scadente, 14-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Se a scriverlo fosse stato realmente un adolescente magari l'avrebbe fatto addirittura con più eleganza di Moccia! Un libro scadente, vuoto nei contenuti, pessimo nello stile narrativo, banale sotto ogni punto di vista. Bello indubbiamente il sentimento che lega i protagonisti del romanzo, ma di scarsissima qualità. Immotivato il successo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Anche da non leggere, 12-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro assolutamente inutile, da far leggere solo alle ragazzine complessate che sognano il principe azzurro. Molto credibile il fatto che uno in questi tempi stia a zonzo per mesi e mesi. Scritto in maniera orribile, con continue ripetizioni e per fortuna che Moccia è un autore televisivo. Da non leggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Tre metri sopra il cielo, 06-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Federico Moccia sà trasmettere pure emozioni. Sicuramente la trama è un pò scontata... Il linguaggio tipico di Moccia rende la trama molto semplice. A parte ciò è un romanzo che ha fatto sognare tante ragazzine... Inclusa me. E poco importa se la trama è scontata se poi fà sognare ad occhi aperti. Leggetelo e non ve ne pentirete.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Tre metri sopra il cielo, 29-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un po' troppo sopravalutata questa storia, a mio avviso. Il racconto della ragazza per bene e del principe azzurro un po' teppista che la salva dai genitori perbenisti in sella sulla sua moto è un po' scontato. E, per come viene raccontata la loro storia, diventa anche un po' inverosimile. Comunque ha fatto sognare tanti adolescenti e penso che li farà sognare ancora.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Una visione sull'Italia, 28-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo sull'adolescenza italiana che appunto può colpire soprattutto lettori adolescenti. Un romanzo che ha avuto un certo successo e che riesce a raccontare una bella storia d'amore in maniera sempilce, efficace e realistica ma che purtroppo non sa andare oltre un certo livello. Nella storia infatti manca qualcosa e così la lettura ti lascia quasi un senso di delusione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0E fu così che caddero!, 27-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Prima, ovvero nel momento in cui ebbe un successone, questa storia era una delle preferite... Ma ero piccola, evidentemente molte cose non le capivo ancora! Lo scrittore non mi affascina per niente, la storia è stata sopravvalutata troppo... Ma comunque resta una storia carina. A quei tempi il finale non potevo accettarlo, adesso ancora di più. Lasciar perdere un amore per la paura di soffrire... Inaccettabile!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Favola metropolitana, 17-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Favola romantica per Step e Babi, due ragazzi quasi coetanei, persi nel loro amore, contro tutto e tutti. Ma la vita è crudele, e un incidente può rivelare il peggio delle persone che restano. Primo romanzo di Moccia, davvero un bell'inizio che lasciava immaginare una carriera folgorante. Peccato che il genio creativo non sia andato oltre.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Tre metri sopra il cielo (72)