€ 12.75€ 15.00
    Risparmi: € 2.25 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Tre metri sopra il cielo. Ediz. originale

Tre metri sopra il cielo. Ediz. originale

di Federico Moccia

3.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: Fuori collana
  • Data di Pubblicazione: marzo 2006
  • EAN: 9788807421075
  • ISBN: 8807421070
  • Pagine: 395
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli
Le ragazze vestono secondo le mode dell'ultimo minuto. I ragazzi girano con i loro scooter o, meglio, con la BMW lunga, magari rubata al papà. Le ragazze si preparano ad incontrare il ragazzo della loro vita. I ragazzi si sfidano in prove di resistenza fisica, di velocità, di rischio. Sullo sfondo di una frenetica vita di clan, Stefano, detto Step, e Babi si incontrano. Lei ottima studentessa, lui ottimo picchiatore, violento, passa i pomeriggi in piazza davanti al bar o in palestra, la sera in moto o nella bisca dove gioca a biliardo. Appartengono a due mondi diversi, ma finiscono per innamorarsi. Un romanzo di vite quotidiane, di noia, di fatica, di adrenalina e di violenza. Il libro propone la prima versione, integrale, del romanzo di Moccia.

Note su Federico Moccia

Federico Moccia è nato a Roma il 20 luglio del 1963. Figlio di Giuseppe Moccia, noto regista e sceneggiatore cinematografico, Federico esordì al suo fianco come aiuto regista nel film “Attila flagello di Dio”. Nel 1987 dirige “Palla al centro”, ma il film non ebbe molto successo. Ha poi lavorato come sceneggiatore, occupandosi, tra le altre della sceneggiatura di alcuni episodi de “I ragazzi della 3° C”. Nel 1989 partecipa come regista e sceneggiatore alla serie “College”. Sempre per la TV è autore di numerose trasmissioni, quali “Domenica IN”, “Scommettiamo che?” e “I cervelloni”. Il suo romanzo d’esordio è del 1992, e si intitola “Tre metri sopra il cielo”. Nonostante inizialmente non riesca a trovare un editore disposto a pubblicare la sua opera, Federico Moccia decide di pubblicarlo a sue spese, con una tiratura minima. A distanza di anni però il libro comincia a diffondersi tra gli studenti dei licei romani. Grazie al successo improvviso, “Tre metri sopra il cielo” viene pubblicato dalla casa editrice Feltrinelli e diventa un classico destinato ad un pubblico giovanile. Nel 2004 “Tre metri sopra il cielo” viene trasposto in una versione cinematografica. Con la regia di Luca Lucini e con protagonisti Riccardo Scamarcio e Katy Saunders, il film ottiene il favore del pubblico e rilancia ulteriormente il romanzo di Moccia, che vende milioni di copie in tutta Europa. In seguito, l’autore romano pubblica altri numerosi romanzi, tra cui “Ho voglia di te” (2006), che dà vita ad un altro film, sempre con Scamarcio. Il film rende Scamarcio l’idolo delle adolescenti e dà vita al fenomeno dei lucchetti degli innamorati sul Ponte Milvio di Roma. Il lucchetto posto sul ponte dagli innamorati diventa una moda che da Roma si estende in tutta Italia e poi anche in Europa. Altri romanzi di Moccia sono stati trasposti in versione cinematografica. Nel maggio del 2012, Federico Moccia diventa sindaco di Rosello, in provincia di Chieti.
 

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Federico Moccia:


Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 4 recensioni)

3.0Step e Babi, 28-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questa versione del romanzo è ambientata negli anni ottanta, è la storia originale che ha fatto il giro delle scuole di Roma, prima di essere riveduta e corretta negli anni novanta. Non è prettamente il mio genere, ma dato il successo di questa storia d'amore ho deciso di leggerlo. Purtroppo non ho più quindici anni e storie così non mi appassionano più.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Tre metri sullo scaffale, 23-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho iniziato e ri-iniziato questo libro parecchie volte pensando che fosse mia la colpa del fatto che non riuscivo a seguirlo, invece no. Non sono mai riuscita a finirlo, non cattura e a tratti è abbastanza noioso, ho visto anche il film e pur non essendomi piaciuto più di tanto è nettamente migliore del libro
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.03. M. S. C., 16-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
E' possibile che il film, per una volta, sia meglio del libro dal quale è tratto? Per me questa volta è stato così, non mi è piaciuto il libro quanto il film. Non che il film sia di chissà quale spessore, però visto o letto ad una certa età ti fa sentire "non sola". E' la storia che un pò tutti gli adolescenti immaginano.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Bel libro, 11-01-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Non sono una puritana, ma le scene di sesso non mi piace né leggerle né scriverle. A parte questo, è un libro che ho letto più di una volta perché mi è piaciuto. E' finito come mi aspettavo: due ragazzi che sono l'esatto opposto l'uno dell'altra possono sì innamorarsi e sentirsi tre metri sopra il cielo... Ma è difficile restarci ed è improbabile che la storia duri. Alla tempesta di ormoni iniziale, più che logica a quell'età, sopraggiunge la routine e si studiano i diversi "giri": lei trova orripilanti gli amici di lui, lui si annoia con quelli di lei. Sono sempre le ragazze di buona famiglia a innamorarsi dei "belli e dannati" e questo sentimento è anche alimentato dalle proibizioni di mamma e papà. Ma poi si ritorna con i piedi per terra e "l'incidente" di percorso viene dimenticato, seppure con grande sofferenza da parte di entrambi.
Su questo Federico Moccia è stato realistico.
Ritieni utile questa recensione? SI NO