I traditori

I traditori

4.0

di Giancarlo De Cataldo


  • Prezzo: € 21.00
  • Nostro prezzo: € 17.85
  • Risparmi: € 3.15 (15%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

In sintesi

Il giovane aristocratico Lorenzo, catturato nel '44 in Calabria in una battaglia contro le forze borboniche, ha salva la vita in cambio del tradimento, da quel momento suo compito sarà spiare Mazzini. Ma per essere fino in fondo un traditore, Lorenzo deve essere anche un eroe, almeno agli occhi dei rivoluzionari. Riparato a Londra, Lorenzo ritrova Striga, la misteriosa fanciulla muta dai capelli rossi che tutti credono pazza o posseduta dal demonio. Intanto, a Palermo, un mafioso in erba capisce che la sua convenienza è assecondare il movimento nazionalista, e diventa l'ombra del giovane barone di Villagrazia, che ha in mente ambiziosi traffici internazionali. Mentre le insurrezioni e le cospirazioni si susseguono, e la storia fa il suo corso, e nella ospitale Londra si decidono i destini dei patrioti profughi e delle belle inglesi, Mazzini sfugge ad ogni attentato, anche perché, forse, un cambiamento vero si sta producendo nell'animo di Lorenzo...

Note sull'autore

Giancarlo De Cataldo è nato a Taranto nel 1956. Vive a Roma dal 1973, dove attualmente lavora come Giudice di Corte d’Assise. Ha da sempre coltivato la sua passione per la letteratura che lo ha portato a scrivere numerosi romanzi, testi teatrali e sceneggiature. I romanzi da lui pubblicati, sono per la maggior parti romanzi gialli. Il suo primo romanzo è del 1989 e si intitola “Nero come il cuore”. Il libro che ne ha sancito il successo, è “romanzo criminale”, del 2002, che racconta le vicende della banda della Magliana nella Roma degli anni Settanta. Grazie all’opera, De Cataldo ha vinto nel 2003 il prestigioso Premio Letterario Giorgio Scerbanenco in quanto autore del miglior romanzo giallo/noir italiano pubblicato nel corso dell'anno precedente. Dal romanzo è stato tratto un film omonimo, diretto da Michele Placido, ed una serie televisiva diretta da Stefano Sollima. Nel 2007 ha pubblicato “Nelle mani giuste”, romanzo ambientato durante gli anni Novanta che riprende alcuni dei personaggi e alcune delle vicende narrate in “Romanzo criminale”. Nel 2012 ha pubblicato invece “Io sono il libanese”, che racconti i fatti antecedenti. Nel 2006 ha curato per conto della Rai la serie tv “Crimini”.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano I traditori acquistano anche Il sangue del Sud. Antistoria del Risorgimento e del brigantaggio di Giordano B. Guerri € 10.81
I traditori
aggiungi
Il sangue del Sud. Antistoria del Risorgimento e del brigantaggio
aggiungi
€ 28.66

Prodotti correlati:

I libri più venduti di Giancarlo De Cataldo:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su I traditori e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (3.8 di 5 su 6 recensioni)

4.0Mazzini vero, 14-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Romanzo storico scritto dal magistrato pugliese Gianzarlo De Cataldo, noto per il successo di Romanzo Criminale.
Ambientato negli anni decisivi per l'Unità nazionale, viene mostrato un Risorgimento nero popolato da diversi protagonisti. Violet l'utopica borghese, Lorenzo di Vallelaura nobile repubblicano, la Striga (il miglior personaggio femminile che gli sia venuto) ed altri ancora. Ma il vero protagonista è Giuseppe Mazzini, apostolo del Risorgimento, mostrato per quello che fu realmente. Fervente repubblicano, fedele alle proprie idee, idealista e sanguinario al contempo. Un uomo al quale la parola violenza fa brillare gli occhi...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0L'Italia tradita, 19-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Dopo "Terroni" e "Romanzo Criminale", De Cataldo ci racconta un Risorgimento che gronda sangue e "puzzo" un po' ovunque. Il racconto parte, non a caso, con il rito di affiliazione - la punciuta - di un novello mafioso e continua mettendo a galla la parte "nera" del Risorgimento dove un Mazzini idealista e sanguinario deve fare i conti con servizi segreti e traditori. Traditori sono più o meno tutti i protagonisti. Traditori coniugali, idealisti e patrioti. Il racconto di un'Italia nascente, in cui realtà storica e finzione si intrecciano. Dove nulla è quello che sembra.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Curata epopea romanzata del Risorgimento, 02-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
In questo romanzo sulla nascita dell'Italia, De Cataldo scrive una cronaca viva del Risorgimento, una trama splendida dove si intrecciano i destini di personaggi storici come Mazzini e Cavour, con personaggi inventati, tutto questo e molto di più è I traditori. De Cataldo riesce a rendere il Risorgimento italiano una storia appassionante ed eroica ma anche piena di tutte quelle contraddizioni e di quei contrasti mai risolti che hanno caratterizzato l'Unita' d'Italia, determinando la sua esistenza fino ad oggi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Bel romanzo storico, 12-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho iniziato a leggere questo libro con la curiosità di un bambino, un romanzo sullo sfondo della recente storia italiana. Sono stato colpito dal susseguirsi di eventi (conosciuti) mescolati alle storie di vita dei vari personaggi tutti belli ed interessanti, anche se su tutti spicca Terra di Nessuno, Striga ed Elisabetz. Si legge con trasporto ed interesse. Complimenti a De Cataldo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Una grande storia romanzata, 29-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
E' davvero bello leggere la storia o pseudo che sia, sotto forma di romanzo. Risulta piacevole e scorrevole, grazia soprattutto allo stile narrativo utilizzato: brevi capitoli formati da massimo 3 pagine e tanti avvenimenti intrecciati...
Il libro giusto per festeggiare i 150 anni dell'unità... Ma chissà quanti italiani vogliano fessteggiare veramente!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0L'unità capovolta d'Italia, 19-11-2010, ritenuta utile da 14 utenti su 16
di - leggi tutte le sue recensioni
Questa vivace cronaca romanzata della sanguinosa guerra civile per la colonizzazione del meridione d'Italia da parte del Regno Sabaudo - fatta pudicamente passare alla storia, scritta a bocce ferme dai (... Giuda? ) vincitori, come una specie di dolorosa ma necessaria azione di polizia - ben si presterebbe ad essere tradotta in ballate popolari da portare allegramente e senza rancore in giro, a cominciare dalle piazze di tutta quella parte di Italia che adesso rinnega ogni promiscuità di bilancio statale con gli eredi dei derubati di allora. Sarebbe anche un tentativo di restituzione culturale, diosolosa quanto proficuo ma senza dubbio doveroso, da parte degli analfabeti di allora nei confronti dei tetri barbari di oggi. Bravo De Cataldo, fai imbestialire o ridere ad ogni pagina, sei un puparo nato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO