€ 10.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La torre in fiamme. Excalibur vol.3

La torre in fiamme. Excalibur vol.3

di Bernard Cornwell

3.5

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar bestsellers
  • Traduttori: Staffilano G. L., Valla R.
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2003
  • EAN: 9788804528760
  • ISBN: 8804528761
  • Pagine: 350
Al ritorno da una importante missione nell'Isola di Mon, il druido Merlino apprende che la sua torre è in fiamme e che i Tesori della Britannia sono stati rubati dai nemici del regno. Un oscuro presagio, che porterà disgrazie. Infatti mentre Artù cerca di rincondurre alla ragione Tristano, fuggito in Britannia con Isotta, Lancillotto comincia a tramare contro di lui per impossessarsi del regno. E anche Mordred, il giovanissimo re designato, tende tranelli ad Artù e al fido Derfel. Fermare il morbo della divisione e dell'odio, impedire i disegni ambiziosi e fraudolenti di Lancillotto: una difficile missione attende Artù. Mentre le forze magiche da sempre al suo fianco sembrano abbandonarlo.

Note su Bernard Cornwell

Bernard Cornwell è nato a Londra il 23 febbraio del 1944. Entrambi i suoi genitori lavoravano per l’aeronautica, suo padre era un aviatore canadese mentre sua madre, di nazionalità britannica, faceva parte delle forze ausiliari femminili dell’aeronautica. Da piccolo però è stato adottato dalla famiglia Wiggins ed è cresciuto a Thndersley, nell’Essex. I Wiggins facevano parte di una setta che promuoveva il pacifismo, vietava qualsiasi frivolezza e anche l’utilizzo delle medicine. Quando ha lasciato la famiglia adottiva ha preso il cognome da nubile di sua madre. Bernard Cornwell ha frequentato la Monkton Combe School e poi si è iscritto alla University of London dove ha conseguito la laurea. Dopo gli studi ha cominciato a lavorare come insegnante, ma ha cercato a più riprese di arruolarsi nell’esercito britannico, venendo però respinto a causa della miopia. Successivamente è entrato alla ed è riuscito a ritagliarsi una posizione di rilievo alla BBC dell’Irlanda del Nord. Dopo questa esperienza, ha proseguito la carriera televisiva lavorando come editor di Thames News per la Thames Television. Si è trasferito negli Stati Uniti nel 1979, dopo aver sposato un americana. Non riuscendo ad ottenere la carta verde, ha iniziato a scrivere romanzi in qunato tale professione non richiede il permesso di lavoro. E’ noto principalmente per la serie di romanzi incentrati su Richard Sharpe, un militare britannico dell’età napoleonica. Il primo libro della serie, “Sharpe’s Eagle”, è stato pubblicato nel 1981. E’ famoso anche per la serie “The warlord Chronicles”, iniziata nel 1995, e per la serie “The Grail quest”, iniziata nel 2000 e dedicata alla ricerca del Santo Graal. Divenuto cittadino americano, oggi vive a Cape Cod, nel Massachusetts.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Bernard Cornwell:


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 2 recensioni)

4.0Verso il crepuscolo, 21-11-2011, ritenuta utile da 48 utenti su 51
di - leggi tutte le sue recensioni
Cornwell non si è fatto soggiogare dalla leggenda del Graal, come ha ampiamente scritto anche in altre opere. Per lui, e potrà sembrare blasfemo a qualche lettore, il Graal era solo un calderone magico da cercare. Ecco un ponte tra la tradizione arturiana e prodotti squisitamente moderni, come Harry Potter, dove i calderoni fanno parte del corredo scolastico dei piccoli maghi.
Per tornare ad Excalibur, ecco che la Cerca ha successo, poi non ha successo l'esperimento di magia... Perché? Ma perché i Britanni non possono vincere, perché Artù è una leggenda, perché sono maledettamente reali le appropriazioni di Angli e Sassoni e la loro conseguente affermazione. Però i Britanni non hanno ancora perso e possono tentare di separare i loro nemici, salvo che gli dèi non rispondono più come "prima" e i maghi cominciano ad entrare nei conventi.
Tutto questo è raccontato con grande scioltezza e le pagine scorrono fluide e divertenti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Le avventure di Derfel, 12-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Derfel racconta alla propria regina le vicende della sua giovinezza, quando era ancora uno dei più valorosi guerrieri di Artù. Una visione insolita, probabilmente più realistica e meno romanzata del cosiddetto ciclo bretone. Nonostante la storia sia tra le più famose al mondo si ha la sensazione di leggerla per la prima volta.
Ritieni utile questa recensione? SI NO