Tigre, tigre

Tigre, tigre

3.0

di Margaux Fragoso


  • Prezzo: € 20.00
  • Nostro prezzo: € 9.00
  • Risparmi: € 11.00 (55%)
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Il padre di Margaux è un portoricano alcolizzato e instabile, capace di esprimere a sua figlia un profondo affetto ma anche di trasformarsi, subito dopo, in un essere violento da cui scappare. La madre di Margaux è una donna mentalmente fragile, incapace di prendere la minima decisione. Quando Margaux conosce Peter un giorno d'estate in una piscina pubblica, rimane incantata dal suo modo di fare. Margaux ha sette anni, Peter cinquantuno. Dopo quel primo incontro, Peter invita spesso a casa sua Margaux e la madre. Per la bambina è l'ingresso in un mondo di sogno, popolato di animali strani, libri, musica e magici giocattoli. Nel giro di qualche mese Margaux si ritrova a trascorrere tutto il suo tempo con Peter. Lui la copre di attenzioni, ma a poco a poco e insidiosamente il compagno di giochi diventa padre, amante e infine oppressore. Affascinante e repellente, affettuoso e infido, Peter si insinua in tutti gli aspetti della vita di Margaux, trasformandola, nel corso di una relazione che durerà quindici anni, da vittima innocente a partner consenziente, da ragazza estrosa e tenera a donna privata della giovinezza e sull'orlo del suicidio. Sarà Peter, alla fine, a chiudere questa straziante, tragica "storia d'amore".

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro -55%


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Tigre, tigre e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 1 recensione)

3.0Rapporti malati, 11-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
L'autrice racconta, con dovizia di particolari anche sgradevoli, la storia vera del suo rapporto (durato 15 anni) morboso e malato, con un pedofilo, senza esprimere giudizi, salvo che nell'introduzione e nella postfazione. L'azione di manipolazione da parte dell'adulto la possiamo evincere in gran parte del testo, tuttavia a me questo personaggio ha fatto una grande pena così come la sua vittima, entrambi morbosamente e distruttivamente dipendenti l'uno dall'altra. L'autrice ha saputo abilmente tratteggiare la complessità di un rapporto contraddittorio e ambivalente che, nonostante tutto, non era privo di affetto (anche se malato) senza cadere nella trappola dei facili giudizi. La rabbia più grande l'ho provata verso le istituzioni (emblematica l'incapacità e la freddezza dell'assistente sociale la quale non ha saputo rapportarsi con le persone coinvolte) che non sono state in grado di aiutare queste persone pur avendo diagnosticato perfettamente la gravità del problema. Romanzo ben scritto, che scorre veloce e coinvolge.
Ritieni utile questa recensione? SI NO