Terroni. Tutto quello che è stato fatto perché gli italiani del Sud diventassero «meridionali»

Terroni. Tutto quello che è stato fatto perché gli italiani del Sud diventassero «meridionali»

4.5

di Pino Aprile


  • Prezzo: € 13.00
  • Nostro prezzo: € 11.05
  • Risparmi: € 1.95 (15%)
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  -15%

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Fratelli d'Italia... ma sarà poi vero? Perché, festeggiati i centocin-quant'anni dall'Unità d'Italia, il conflitto fra Nord e Sud pare aver superato il livello di guardia. Per Pino Aprile, pugliese doc, la storia di oggi è ancora quella di ieri. Ripercorrendo gli eventi di quella che per alcuni fu conquista, per altri liberazione, l'autore porta alla luce una serie di fatti, volutamente rimossi nella retorica dell'unificazione, che aprono una nuova, sconvolgente finestra sulla facciata del trionfalismo nazionalistico.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Terroni. Tutto quello che è stato fatto perché gli italiani del Sud diventassero «meridionali» acquistano anche La tomba di Achille di Vincent Delecroix € 10.62
Terroni. Tutto quello che è stato fatto perché gli italiani del Sud diventassero «meridionali»
aggiungi
La tomba di Achille
aggiungi
€ 21.67


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 18 recensioni)

4.0Interessante, 03-02-2012, ritenuta utile da 4 utenti su 5
di F. Calabresi - leggi tutte le sue recensioni
Pino Aprile parte dal 1861 per descrivere come i sabaudi abbiano depredato ed inaridito il Regno delle due Sicilie nei venti anni successivi all'Unione. Una politica voluta dai rappresentanti del nord che spostò in maniera massiva denaro ed interessi verso il settentrione a scapito dei meridionali; da lì ne conseguirono i fenomeni di banditismo ed emigrazione fino ad allora sconosciuti al sud.
Successivamente, sia durante il fascismo che nel post-guerra, la politica premiò ancora le regioni del centro-nord nelle quali si produceva e si produce per il "mercato" del sud che veniva e viene sostenuto dallo Stato centrale mediante voto di scambio ed assistenzialismo. Dopo aver ripercorso le vicende storiche che hanno diviso e distanziato così profondamente nord e sud, l'autore ci spiega dunque che la presunta superiorità intellettiva e culturale dei settentrionali non esiste in quanto le differenze economiche e culturali fra le due zone sono state create in maniera artificiosa e scientifica da parte della classe politica italiana, dall'Unione d'Italia fino ai giorni nostri, con il fenomeno Lega.
E' un libro molto interessante secondo me, perchè, sia che uno la condivida o meno, offre comunque un'opinione diversa da quella che comunemente percepiamo e conosciamo fornendo così ulteriori spunti per riflessioni e commenti personali.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Lo consiglio, 19-01-2012, ritenuta utile da 1 utente su 2
di C. Esposito - leggi tutte le sue recensioni
Ho letto questo libro con un iniziale scetticismo, e invece devo dire che questo scritto di Pino Aprile, risulta non soltanto molto arguto ma anche approfondito. E poi i concetti sono espressi in maniera che tutti possano capirli. Lo consiglio non solo ai meridionali, ma a tutti gli italiani che vogliono comprendere qualcosa di illuminante sulla nostra nazione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La nostra Italia, 14-11-2011, ritenuta utile da 7 utenti su 7
di A. Manco - leggi tutte le sue recensioni
Un libro che pagina dopo pagina fa nascere allo stesso tempo un orgoglio tutto nuovo di essere terroni e una rabbia molto più forte per come lo si è diventati.
Si ripercorre un risorgimento che non è affatto quello studiato sui banchi di scuola, si capisce che l'Italia e più del sud che del Nord, alla fine nel regno delle due sicilie si parlava italiano mentre loro, i signori del Nord, con i Savoia parlavano Francese.
Un libro che si potrebbe definire della "controinformazione".
Stupendo, scorrevole, vero, giusto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0L'altra faccia del Sud, 29-08-2011, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di V. Ruggiero - leggi tutte le sue recensioni
Un appassionato attacco alla retorica dei "terroni" raccontato con maestria giornalistica dal pugliese Pino Aprile. Il libro, parte dal Risorgimento, mai raccontato realmente, per narrare tutte le vicende che hanno portato a credere gli italiani del sud come dei "minorati", per poi arrivare agli anni della Lega e dei vari tremonti, Berlusconi, Gelmini...
Un libro contro tutti i luoghi comuni sul Sud italiano.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0I terroni, vitime della colonizzazione sabauda, 19-08-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di V. Menga - leggi tutte le sue recensioni
Pino Aprile, "terrone" DOC racconta in questo pamphlet di grande e meritato successo che racconta le origini della tanto discussa "questione meridionale" che affonda le sue radici nel Risorgimento, per passare nel Fascismo ed arrivare fino ai tempi d'oggi. I tempi della Lega di "Roma ladrona".
Un racconto incredibile del Sud italiano.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Non è revisionismo, 09-08-2011
di C. Calabrese - leggi tutte le sue recensioni
Ottima lettura, anche se a volte ripetitivo. Consiglio per conoscere bene la storia meridionale. Non si tratta di revisionismo storico. Questo testo ci fa capire quanto sia grande grande il buco nero della nostra storia. Volontà politica o assenza di conoscenza? Io penso entrambe e Pino Aprile ci da una mano. Buona lettura a tutti
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Eravamo ricchi e non lo sapevamo, 05-03-2011, ritenuta utile da 3 utenti su 4
di C. Miccichè - leggi tutte le sue recensioni
Prima di questo libro, quel che sapevo delle stragi garibaldine al sud si limitava a qualche aneddoto storico raccontatomi e alla visione del meraviglioso film di Florestano Vancini "Bronte: cronaca di un massacro che i libri di storia non hanno raccontato".
In questo libro, Pino Aprile compendia con sapienza 150 anni di soprusi e sperequazioni del Nord d'Italia ai danni di un Sud che continua a essere vilipeso.
Un libro per arrabbiarsi, ma anche per aprire un po' gli occhi sulla storia del nostro Paese.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0A saperle certe cose, 14-12-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 5
di M. D'Ascanio - leggi tutte le sue recensioni
Pino Aprile è uno scrittore piacevole da leggere.
Terroni è un libro che si potrebbe leggere in due giorni perchè ti tiene incollato al racconto.
Se alla fine del libro hai creduto a quello che è scritto non voteresti più: invocheresti l'autonomia del Sud come ha fatto il Kossovo qualche anno fa.
Se tutti quelli del Sud leggessero il libro e tutti quelli del Nord capissero cosa c'è scritto, avremmo un paese in cui c'è ancora speranza per i nostri figli... Ma a saperle certe cose!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Terroni per rabbia e per amore ..., 18-11-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di G. LOMBARDO - leggi tutte le sue recensioni
Un libro ricchissimo di informazioni, dal linguaggio sempre coinvolgente, a volte durissimo, a volte capace anche di fare sorridere (ammesso che si riesca a dimenticare che le vicende di cui si occupa si sono consumate e si consumano sulla pelle di almeno un terzo degli italiani: memorabili le pagine sulla Salerno - Reggio Calabria! ) . E in un momento in cui il federalismo, a tutti i livelli. Sembra una specie di feticcio, il contributo di Pino APRILE serve a mettere in guardia contro il vezzo tutto italiano di innamorarsi delle parole. Peccato che a volte un pathos più che comprensibile nuoccia alla lucidità dell'esposizione e che l'assenza di un apparato bibliografico essenziale renda difficoltoso il reperimento delle fonti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La nuova "Questione settentrionale", 16-11-2010
di A. Comi - leggi tutte le sue recensioni
Il libro non è di certo né il primo né l'ultimo che descrive i fatti che ci hanno condotto all'unità d'Italia e la genesi di quella che da molti viene definita la "Questione Settentrionale", ma è decisamente ben fatto, scorrevole e coinvolgente. Ho avuto la fortuna di ascoltare Pino Aprile alla presentazione del suo libro tenuta a Bagnara e devo dire che è stata molto interessante. Leggendo il libro molti sospetti e molte "voci" che si sentono in giro hanno avuto conferma supportati dalla sua ricerca storica. Che dire, da leggere e studiare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Ottimo trattato storico, 08-11-2010, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di M. Arcidiacono - leggi tutte le sue recensioni
Finalmente un libro che racconta quello che si sa ma non si dice. Da sempre i miei nonni mi raccontavano queste storie che poi con il tempo mi ha fatto dimenticare e solo oggi li rispolvero leggendo questo trattato storico veramente ben fatto.
C'e' da dire che qualche passaggio non e' ben fatto e qualche volta mi e' capitato di perdere il filo del discorso ma ovviamente capisco benissimo che non e' impresa facile raccontare tutta la storia dell'unita (forzata) d'Italia in un solo libro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Una buona ricostruzione storica, 16-10-2010, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di B. Ernesta - leggi tutte le sue recensioni
Una buona ricostruzione della storia d'Italia degli ultimi 150 anni. Scritto con un pizzico di rabbia, risulta comunque una lettura interessante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Terroni. Tutto quello che è stato fatto perché gli italiani del Sud diventassero «meridionali» (18)

product