€ 13.50
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Terra matta

Terra matta

di Vincenzo Rabito

4.5

Prodotto momentaneamente non disponibile
Un bracciante siciliano si è chiuso a chiave nella sua stanza e ogni giorno, dal 1968 al 1975, senza dare spiegazioni a nessuno, ingaggiando una lotta contro il proprio semi-analfabetismo, ha digitato su una vecchia Olivetti la sua autobiografia. Ha scritto, una dopo l'altra, 1027 pagine a interlinea zero, senza lasciare un centimetro di margine superiore né inferiore né laterale, nel tentativo di raccontare tutta la sua "maletratata e molto travagliata e molto desprezata vita". Ne è venuta fuori un'opera monumentale, forse la più straordinaria tra le scritture popolari mai apparse in Italia, sia per la forza espressiva di questa lingua mescidata di italiano e siciliano, sia per il talento narrativo con cui Rabito è riuscito a restituire da una prospettiva assolutamente inedita più di mezzo secolo di storia d'Italia.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Terra matta e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 2 recensioni)

5.0Un pezzo di Italia e della sua storia, 19-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo romanzo dimostra la falsità del luogo comune secondo cui per saper narrare bisogna saper scrivere. Un semianalfabeta, fornito di un'innato, quanto innegabile, talento letterario, balbetta e costruisce a fatica parole inesatte ed improbabili che ci fanno passare quasi un secolo di un'Italia altrimenti inaccessibile. Emozioni, sensazioni ed esperienze, arrivano puri al cuore ed allo stomaco, transitando con grande difficoltà per il cervello, ma lasciando una traccia che durerà a lungo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Terra matta, 29-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
che dire? in una parola, direi frastornante.

tralascio i dettagli su chi era vincenzo rabito sul perché/come ha scritto terra matta.

mi limito a dire che è la storia di un uomo comune che attraversa il 900' italiano con uno sguardo a metà strafa tra il candido di voltaire e il riccietto di pasolini. che regala momenti di grande magone ed altri di involontaria ilarità. che racconta la storia del secolo breve meglio di qualunque manuale. che è una lettura faticosa, tanto faticosa. che nella seconda parte perde anche un po' di mordente.

ma è una lettura irrinunciabile. un documento raro, nella forma e nel contenuto, che tutti dovrebbero scoprire. anche a forza di costringerli!
Ritieni utile questa recensione? SI NO