Targeted killings. L'uso della forza intenzionalmente letale tra esercizio della sovranità e tutela dei diritti fondamentali della persona

Targeted killings. L'uso della forza intenzionalmente letale tra esercizio della sovranità e tutela dei diritti fondamentali della persona

di Giuseppe Pellegrino


  • Prezzo: € 30.00
Disponibilità immediata
Ordina entro 19 ore e 8 minuti e scegli spedizione espressa per riceverlo giovedì 29 settembre   Scopri come

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€    Scopri come

In sintesi

I devastanti attentati di New York e Washington dell’11 settembre 2001, seguiti dalla reazione immediata delle Nazioni Unite, che con le risoluzioni 1368 e 1373 (2001) hanno legittimato gli Stati membri all’uso della forza nella contrapposizione alla minaccia terroristica internazionale, hanno segnato un mutamento senza precedenti nelle categorie classiche di definizione dei conflitti armati e nei metodi di guerra contro un nemico privo di radicamento in termini di popolazione e di territorio.
Tra le manifestazioni di questa trasformazione nei punti di riferimento tradizionali si è affermata negli ultimi decenni la policy degli omicidi mirati, ossia della soppressione intenzionale di specifici individui, finalizzata alla loro eliminazione con il più limitato costo in termini di perdite umane collaterali. L’affermazione di questo strumento di guerra pone rilevanti interrogativi sotto molteplici profili: dalle esigenze di tutela dei diritti umani fondamentali alla configurabilità di un controllo giurisdizionale sulle operazioni di omicidio mirato; dalle esigenze di leale collaborazione tra i poteri dello Stato alla persistenza dell’imperio del diritto nel contesto della violenza bellica.
La trattazione si propone di fare chiarezza in una materia pressoché sconosciuta in Italia attraverso l’analisi della normativa internazionale di riferimento (con particolare riguardo alle Convenzioni di Ginevra e dell’Aja, alla Carta e ai Trattati conclusi nell’ambito delle Nazioni Unite) e dei principi giurisprudenziali consolidatisi nell’esperienza della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, della Suprema Corte Israeliana, delle corti federali e della Corte Suprema degli Stati Uniti: ordinamenti che con maggiore maturità si sono confrontati con tali interrogativi.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Targeted killings. L'uso della forza intenzionalmente letale tra esercizio della sovranità e tutela dei diritti fondamentali della persona acquistano anche Armi vietate, diritto internazionale dei conflitti armati e crimini di guerra di Andrea Cannone € 9.60
Targeted killings. L'uso della forza intenzionalmente letale tra esercizio della sovranità e tutela dei diritti fondamentali della persona
aggiungi
Armi vietate, diritto internazionale dei conflitti armati e crimini di guerra
aggiungi
€ 39.60

I libri più venduti di Giuseppe Pellegrino:


Dettagli del libro


product