€ 17.85€ 21.00
    Risparmi: € 3.15 (15%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Straniero alla mia storia. Viaggio di un figlio nelle terre dell'Islam

Straniero alla mia storia. Viaggio di un figlio nelle terre dell'Islam

di Aatish Taseer

2.0

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Frontiere Einaudi
  • Traduttore: Sirotti A.
  • Data di Pubblicazione: marzo 2010
  • EAN: 9788806188726
  • ISBN: 8806188720
  • Pagine: 297
  • Formato: rilegato

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
Un celebre giornalista anglo-indiano viaggia nelle terre dell'Islam, dalla Turchia fino alla casa di suo padre in Pakistan, alla ricerca di un'identità che gli è estranea e nello stesso tempo gli scorre nelle vene. Senza una storia è il racconto del viaggio che Aatish Taseer intraprende da Istanbul alla Mecca fino all'Iran e al Pakistan, dentro la realtà islamica attuale, alla ricerca di risposte ai quesiti che lo assillano: che cosa vuol dire essere musulmano? perché suo padre, una figura a lungo assente e distante, noto per la propria laicità e apertura, lo rimprovera di non rendere un buon servizio all'"Islam culturale"? perché i musulmani si sentono così minacciati dalla modernità?... Quando giunge al termine del suo viaggio, a Lahore, la notte dell'uccisione di Bénazir Bhutto, Aatish Taseer ci ha raccontato la storia della propria famiglia divisa e, come molti altri musulmani alla ricerca di un'identità, il suo destino di giovane intento nella difficile impresa di sbrogliare i fili della propria appartenenza culturale. Un libro di viaggio, un'inchiesta giornalistica che si legge come un romanzo, commovente ed elegante, e che, al di là degli schemi ideologici precostituiti, permette al lettore di formarsi una nuova consapevolezza sulle complessità e i tormenti di un intero mondo.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  2.0 (2 di 5 su 1 recensione)

2.0Ostico, a tratti contorto, 23-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Taseer è in realtà un giornalista e questo libro si potrebbe definire un reportage immaginato piuttosto che un romanzo o un saggio su un percorso nelle terre dell'islam. Deludente la prima metà che non aggiunge niente a quanto si può scorgere in un articolo di giornale italiano, più originale la seconda quando l'autore giunge finalmente in pakistan la terra dove trascorrei il tempo il padre divorziato dalla madre indiana quando lui era bambino. Adatto solo a chi vuole approfondire l'argomento del conflitto fra india e pakistan.
Ritieni utile questa recensione? SI NO