€ 17.85€ 21.00
    Risparmi: € 3.15 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Strage

Strage

di Loriano Macchiavelli

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
Appena uscito, nel 1990, questo romanzo fu subito ritirato dal suo editore, dopo la denuncia di uno degli imputati della strage del 2 agosto 1980 alla stazione di Bologna. Nel trentennale di quel lutto immenso, "Strage" torna in libreria, praticamente inedito. Con intatto il suo potenziale narrativo: personaggi avvincenti, intreccio serrato, ipotesi stupefacenti al confine della fantascienza, dolorosa e inconciliabile verità umana. "Il 15 ottobre 1991 il tribunale civile e penale di Milano mi assolse. Le motivazioni contenute nella sentenza erano varie; la più importante è quella che affermava che l'autore (il sottoscritto) non era punibile in quanto aveva semplicemente esercitato il diritto di cronaca e di critica, emanazioni dell'articolo 21 della Costituzione che sancisce il diritto di libertà di stampa e informazione. Un diritto-dovere che continua a essere messo in discussione da chi ha altri interessi che la libertà di stampa e l'informazione. Due righe sulla storia: fantasia, niente altro che ipotesi di un romanziere, basate su alcuni dati emersi nel corso delle tante indagini eseguite dai magistrati e che io ho utilizzato per aumentare l'interesse dell'intrigo e rendere più credibile la vicenda. Anche il finale è pura invenzione. Chi ritenesse di riconoscersi in uno dei tanti personaggi, si tolga subito l'illusione di essere diventato un eroe da romanzo. I personaggi sono di fantasia esattamente com'è di fantasia Jules Quicher".

Note su Loriano Macchiavelli

Loriano Macchiavelli è nato a Vergato, in provincia di Bologna, il 12 marzo del 1934. Autore di pièces teatrali, racconti e romanzi polizieschi, gran parte delle sue opere sono ambientate a Bologna e provincia. Fin da giovane ha nutrito una forte passione per il teatro, dedicandosi ad esso prima come organizzatore, poi come attore e infine come autore. Ha iniziato a scrivere romanzi polizieschi a partire dal 1974, divenendo nel tempo uno degli autori italiani più apprezzati del genere. Tra i suoi racconti che hanno riscosso maggior successo figurano quelli aventi per protagonisti Antonio sarti e Rosas, una coppia di detective. Da uno di questi romanzi, dal titolo “Passato, presente e chissà”, è stato tratto un sceneggiato televisivo di quattro puntate andato in onda su Rai2 nell’aprile del 1978. Nel 1987 è andata in onda una lettura radiofonica in 13 puntate tratta dai suoi racconti e intitolata “I misteri di Bologna”. Nel 1988 la rai ha mandato in onda una serie composta da 13 telefilm tratta dai suoi romanzi. A partire dal 1997 collabora con Francesco Guccini. Scrive per numerosi periodici e quotidiani. Ha fondato il “Gruppo 13” assieme a Marcello Fois e Carlo Lucarelli. Loriano Macchiavelli ha fondato e dirige Delitti di carta, rivista dedicata al genere poliziesco.
 

Altri utenti hanno acquistato anche:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Strage e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 3 recensioni)

3.0UNA DELLE POSSIBILI VERITÀ, 16-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Non conoscevo Loriano Macchiavelli ed è stato, complessivamente, una piacevole sorpresa. Autore minore, ma non per questo poco interessante. Per quel che riguarda la prosa, il libro è piacevole da leggere; le pagine scorrono con fluidità, anche quando la trama diventa complicata da seguire. Nel merito, però, pur essendo lodevole il tentativo di costruire una delle tante verità sulla strage di Bologna, la fantasia di Macchiavelli sembra aver superato abbondantemente la realtà.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Perchè non 5?, 03-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Dovendo dare un voto al libro, d'istinto ho pensato e segnato 4.
E' un libro molto piacevole, scritto in modo stringato e lucido, tanto che non è difficile seguire una trama certamente complessa e intricata.
Anche i personaggi emergono vivi, talvolta anche riconoscibili, dal testo. I personaggi femminili sono tratteggiati con grande sensibilità e conoscenza della non facile psiche femminile.
Dunque, perchè 4 e non 5? Perchè manca quel "quid" fatto di attesa, tensione e drammaticità che ti fa correre a casa per continuare a leggere e ti fa tirar mattina per finirlo. Comunque 4 su 5 non è niente male, no?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0imperdibile, 23-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Geniale racconto della tragedia della bomba nella stazione di Bologna nel 1980. Una grande lezione di storia, politica e un grande romanzo che si legge come un thriller tutto di un fiato. Unico lo stile narrativo: personaggi avvincenti, intreccio serrato, ipotesi stupefacenti al confine della fantascienza, dolorosa e inconciliabile verità umana. Imperdibile
Ritieni utile questa recensione? SI NO