€ 21.50
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La strada delle croci

La strada delle croci

di Jeffery Deaver

2.5

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Rizzoli
  • Collana: Rizzoli best
  • Traduttore: Alberti V.
  • Data di Pubblicazione: novembre 2009
  • EAN: 9788817036818
  • ISBN: 8817036811
  • Pagine: 498
  • Formato: rilegato
Kathryn Dance, l'agente del California Bureau of Investigation specializzata nella lettura del linguaggio corporeo, deve fermare un potenziale assassino che annuncia i suoi delitti piantando croci con la data del giorno seguente lungo una strada della penisola di Monterey. Ben presto i sospetti si appuntano sul giovane Travis Brigham, oggetto di attacchi feroci su un blog, The Chilton Report, dove è accusato di essere il responsabile di un incidente stradale in cui sono morte due sue amiche. E tutte le vittime sembra vengano scelte proprio a causa dei loro interventi sul blog. Ma Travis scompare, e Kathryn, insieme allo sceriffo Michael O'Neil e al consulente informatico John Boling, deve impegnarsi in una frenetica lotta contro il tempo per scoprire la verità.

Note su Jeffery Deaver

Jeffery Deaver è nato il 6 maggio 1950 a Glen Ellyn, nei pressi di Chicago. Figlio di un copywriter pubblicitario e di una casalinga, fin da bambino manifesta un forte interesse per la scrittura. Dopo gli studi primari si iscrive all'Università del Missouri, dove frequenta un corso di giornalismo. Trasferitosi a New York, si laurea in legge all'Università Fordham. Per otto anni lavora come avvocato per una grande azienda di Wall Street, continuando nel tempo libero a coltivare la sua passione per la scrittura. Nel 1990 decide di abbandonare la carriera da avvocato e di dedicarsi a tempo pieno alla scrittura. Il successo internazionale arriva nel 1997, con "Il collezionista di ossa", grazie al quale vince il Premio Nero Wolfe. Oggi è considerato tra i più grandi scrittori di romanzi thriller, vincendo per tre volte l'Ellery Queen Readers Award for Best Short Story of the Year, il British Thumping Good Read Award, il Crime Writers'Association's Ian Fleming Steel Dagger Award ed è stato più volte finalista all'Edgar Award. Tra i numerosi romanzi, ricordiamo "I corpi lasciati indietro" (2009) e "James Bond 007 - Carta Bianca" (2011), romanzo con cui raccoglie il testimone che porta la firma di Ian Fleming e che gli è stato consegnato da Sebastian Faulks. Vive e lavora tra la California e Washington.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  2.5 (2.4 di 5 su 5 recensioni)

2.0La strada delle croci, 14-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Lo stile investigativo di Katheryne Dance è molto diverso rispetto a quello del più famoso Lincoln Rhyme. De resto le loro abilità sono antitetiche: lui si basa sulla deduzione, lei sull'osservazione. In questo giallo la differenza dell'approccio si sente, e va a scapito della Dance: il thriller risulta alquanto pesante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Non idonea, 14-12-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
La Dance non è idonea ad essere la protagonista di un libro, può essere invece, come dimostrato in passato, un'ottima comparsa nelle storie di Lincoln Rhyme e Amelia Sachcs. Deaver dovrebbe capirlo e agire di conseguenza piuttosto che proporci storie piatte e senza suspence alcuna come questa
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Zero suspence, 24-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Deaver non ha capito o fa finta di non capire che la Dance non potrà mai essere protagonista di un suo libro, al massimo una buona comparsa nelle indagini di Lincoln e Amelia. Questo libro è decisamente noioso
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Storia credibile per essere USA, 06-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Mi è piaciuto abbastanza, anche se qualche pagina in meno non avrebbe guastato. Fra gli scrittori di thriller americani, forse Deaver è quello più attento a tenere la storia su binari credibili e realistici.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Anche Deaver sbaglia, 03-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Nonostante l'innata bravura di Jeffery Deaver,quest'opera mi è parsa molto pesante nella lettura. L'unica che non ho molto gradito.
Ritieni utile questa recensione? SI NO