€ 12.80
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Storici arabi delle Crociate

Storici arabi delle Crociate

di F. Gabrieli (a cura di)

5.0

Prodotto momentaneamente non disponibile
Al tempo dei Crociati, numerosi storici arabi contrapposero ai cronisti e ai polemisti europei la loro visione dell'Islam: esaminato più da vicino, nella mentalità, nelle aspirazioni e nei modi di vita, il tradizionale campo del "nemico", di Solimano e di Argante, si trasforma nell'avamposto dei soldati di un'altra fede. A Goffredo subentra il pio Saladino, e al Santo Sepolcro quella Santa Roccia su cui poggiò il piede il Profeta nella sua miracolosa ascensione notturna. Questo libro vuole aiutare il lettore a prendere in considerazione il periodo delle Crociate dall'altra parte, cioè con l'occhio e con l'animo dell'avversario d'allora.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Capire il punto di vista altrui, 09-07-2010, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Il grande arabista italiano F. Gabrieli seleziona gli scritti di alcuni dei più importanti storici arabi o di lingua araba dell'epoca delle Crociate, i quali ci offrono un punto di vista completamente nuovo sia rispetto alla comune percezione degli europei nei confronti di questo periodo storico, sia rispetto a quanto in Europa si conosce del mondo arabo-islamico di quell'epoca. Gli storici arabi descrivono il trauma dell'aggressione dei Crociati alle terre dell'Islam, l'onta della conquista di Gerusalemme - terza città sacra dell'Islam - da parte delle truppe di Goffredo di Buglione (ricordiamo a tal proposito le scene di pianto alla corte del Califfo a Baghdad,riportate da uno degli storici, allorchè giunse la notizia della caduta di Gerusalemme),l'esaltazione generata dalla progressiva riconquista di Palestina e Siria ad opera del Saladino, nonchè i rapporti che nonostante la situazione di conflitto esistevano tra i "Franchi" e gli Arabi, il confronto tra l'arretratezza scientifica della medicina europea e la progredita scienza medica araba, le notevoli differenze tra i rozzi costumi dei cavalieri nordeuropei e le raffinatezze dello stile di vita degli Arabi benestanti, l'arabizzazione nella lingua e nei costumi di alcuni Franchi insediatisi nei fragili regni latini d'Oriente. Questo libro dunque ci consente di avere una duplice visione dei rapporti tra Europa e civiltà arabo-islamica, e di rimettere in discussione pregiudizi o barriere ideologiche che soprattutto in quest'epoca di "scontri di civiltà" insufflati ad arte dal potere, impediscono di cogliere i valori autentici di coloro che hanno identità culturali diverse dalla nostra.
Ritieni utile questa recensione? SI NO