Storia segreta dei mongoli

Storia segreta dei mongoli

curato da Kozin S.


  • Prezzo: € 17.00
  • Nostro prezzo: € 16.15
  • Risparmi: € 0.85 (5%)
Spedizione a 1€  Spedizione con Corriere a solo 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
4.0
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
Acquistando questo prodotto raccogli 16 beenz o più. Scopri come
Aggiungi al carrello

Descrizione

Temüjin, poi detto Cinggis, fu l'invincibile capo guerriero che noi oggi chiamiamo Gengis Khan; la sua nazione, delineatasi a poco a poco sullo sfondo tumultuoso delle migrazioni dei "Popoli della Luna" che scorsero per secoli le vuote distese dell'Asia Centrale, conquistò in pochi anni l'egemonia su un territorio immenso, assoggettando i pastori nomadi come i mandarini della Cina. "La Storia segreta dei Mongoli" è il racconto di questa formidabile ascesa, composto da un anonimo estensore nel XIII secolo: monumento di un'epoca in cui l'Asia Centrale, come scrive Fosco Maraini nella sua introduzione, è un "oceano di terre in cui navigano, quasi misteriosi sargassi, ricordi, ombre, miraggi delle civiltà che ne costituiscono le rive: Roma, Cina, Bisanzio, Persia". "La Storia segreta dei Mongoli" è il primo dei monumenti storici e letterari mongoli noti. L'originale non è giunto fino a noi, ma nella seconda metà del XIV secolo essa fu trascritta in ideogrammi e tradotta in lingua cinese. La presente pubblicazione si richiama alla traduzione del 1941 in lingua russa dell'insigne mongolista e sinologo Sergej Kozin (1879-1956), che dedicò all'opera vent'anni di studi.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti


Scrivi una nuova recensione su Storia segreta dei mongoli e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)


4.0Storia segreta dei mongoli, 17-11-2010
di A. Leofressi - leggi tutte le sue recensioni

Uno dei pochi documenti mongoli sulla storia mongola. Scritto, da un anonimo, tredici anni dopo la morte di Gengis Khan e tradotto in russo dal curatore.
La lettura mi ha messo un po' in difficoltà nel districarmi tra i nomi propri delle persone, quelli dei popoli, delle tribù, delle mansioni.
Bellissima e interessantissima l'introduzione di Fosco Maraini.


Ritieni utile questa recensione? SI  NO