€ 21.25€ 25.00
    Risparmi: € 3.75 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Storia notturna. Una decifrazione del sabba

Storia notturna. Una decifrazione del sabba

di Carlo Ginzburg

5.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
Per più di tre secoli, da un capo all'altro d'Europa, donne e uomini accusati di stregoneria raccontarono di essersi recati al sabba: il raduno notturno in cui, alla presenza del diavolo, si celebravano banchetti, orge sessuali, cerimonie antropofagiche, profanazioni di riti cristiani. In queste descrizioni, spesso estorte con la tortura, oggi si tende a riconoscere il frutto delle ossessioni di inquisitori e giudici. Questo libro, attraverso l'analisi di processi, trattati di demonologia, prediche, documenti iconografici, materiale folklorico, propone un'interpretazione diversa. In essa eventi e strutture, storia e morfologia si susseguono, contrappongono, si intrecciano. Dietro l'immagine enigmatica del sabba vediamo affiorare a poco a poco uno strato antichissimo, con ogni probabilità più che millenario, di miti e riti eurasiatici a sfondo sciamanico.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Storia notturna. Una decifrazione del sabba acquistano anche La storia lingua morta. Manifesto, il telaio incantato, il caso Thomas Müntzer di Giorgio Politi € 11.52
Storia notturna. Una decifrazione del sabba
aggiungi
La storia lingua morta. Manifesto, il telaio incantato, il caso Thomas Müntzer
aggiungi
€ 32.77


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Studio immenso, 19-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Storia notturna è un saggio da consultazione. Ma si scorre come un romanzo. E come dopo la lettura di un romanzo, ti restano marchiati a fuoco i protagonisti di questa cavalcata nella storia "oscura" d'Europa: le streghe, gli inquisitori, i giullari, le memorie del lupo mannaro orione, Cenerentola che smarrisce la scarpetta chiudendo con quel gesto una storia secolare che parte dal "monosandalo" Giasone. Ammaliante. Uno dei più bei studi sull'argomento.
Ritieni utile questa recensione? SI NO