€ 25.50€ 30.00
    Risparmi: € 4.50 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€Scopri come
Storia europea della letteratura italiana vol.3

Storia europea della letteratura italiana vol.3

La letteratura della Nazione

di Alberto Asor Rosa

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
In questo volume Asor Rosa non si limita a ripercorrere le ultime fasi di quella modernità iniziata ed esplosa nei due volumi precedenti, ma analizza ugualmente "il declino del moderno", o postmoderno che dir si voglia, caratterizzato dalla crisi dei "disegni generali", delle ideologie, della persuasione di scrivere per cambiare l'uomo e la storia. Un Novecento lungo in cui vengono ridefiniti gli statuti letterari che avevano contraddistinto l'operare degli scrittori nelle epoche precedenti. La letteratura come presa di posizione elitaria puntava tutto sulla distinzione e sull'originalità, viceversa nella società di massa il valore viene ricollocato dove ci sia il gradimento di molti se non di tutti. Questa è una delle cesure più rilevanti raccontate in questo libro. Ma se la storia letteraria del Novecento (e Duemila) è un momento di grandi trasformazioni e radicali cambiamenti, è anche un percorso di permanenze forti. Come per la poesia, che con Montale e altri autori ha rappresentato il vertice qualitativo del secolo scorso, e che ancora oggi, secondo Asor Rosa, rappresenta il più forte segnale di continuità con la tradizione.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Storia europea della letteratura italiana vol.3 acquistano anche Storia europea della letteratura italiana vol.1 di Alberto Asor Rosa € 25.50
Storia europea della letteratura italiana vol.3
aggiungi
Storia europea della letteratura italiana vol.1
aggiungi
€ 51.00


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Letteratura italiana , 16-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Il giudizio è valido per l'opera intera, compresi gli altri due. La peculiarità dell'opera è l'essere squisitamente pop(ular) pur veicolando un contenuto specialistico (ed alcuni saggi si superano da questo punto di vista: provate a leggere quello dedicato
a "La cognizione del dolore" o quello su "Memoriale di Paolo Volponi"! Roba da tenere il dizionario di Gian Luigi Beccaria a portata di mano, anche per chi è studente di Lettere): tuttavia, foto e riproduzioni, molte volte anche a pagina intera, abbondano così come gli specchietti esplicativi.
Certo l'opera soffre delle meccaniche commerciali con cui è stata distribuita: alcuni volumi sono stati divisi appositamente in più tomi, rendendone scomoda la consultazione: questa scelta, discutibile, ha contribuito a rendere molto ingombrante l'opera tutta (23 volumi in tutto).
A fronte di questo inconveniente, però si ha a casa non una mera copia della LIE quale si ammira e si consulta in ogni biblioteca ma qualcosa di unico, pensato appositamente per quelli come me (Noi?), che si dibattono tra slanci verso la cultura alta e istanze di adesione alla semplificazione pop (ular) della nostra epoca. Ulteriore menzione a favore dell'operazione di Repubblica-L'Espresso: l'averci permesso di acquistare per pochi euro il "Dizionario delle opere" e il "Dizionario degli autori" Einaudi, soprattutto quest'ultimo, che, inspiegabilmente, non viene stampato dalla casa editrice torinese in edizione economica.
Ritieni utile questa recensione? SI NO