Stanze. La parola e il fantasma nella cultura occidentale

Stanze. La parola e il fantasma nella cultura occidentale

4.0

di Giorgio Agamben


  • Prezzo: € 22.00
  • Nostro prezzo: € 18.70
  • Risparmi: € 3.30 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Questo libro propone la ricostruzione di quattro capitoli fondamentali della cultura europea: la teoria del fantasma nella poesia d'amore del '200 (La parola e il fantasma); il concetto di malinconia dai Padri della chiesa a Freud (I fantasmi di Eros); l'opera d'arte di fronte al dominio della merce (Nel mondo di Odradek); la forma emblematica dal '500 alla nascita della semiologia (L'immagine perversa). Così la ricostruzione della teoria del fantasma nella filosofia medievale apre la via a una interpretazione della teoria dell'amore cortese e a una lettura inedita di alcuni testi poetici: da Cavalcanti a Dante.

Note sull'autore

Giorgio Agamben è nato a Roma il 22 aprile 1942. Ha conseguito la laurea in Giurisprudenza nel 1965 presso l’Università di Roma. La sua tesi di laurea riguardava il pensiero della filosofa francese Simone Weil. Partecipa alla vita culturale romana degli anni Sessanta e frequenta Elsa Morante, Pier Paolo Pasolini e Ingeborg Bachmann. Tra il 1966 e il 1968 frequenta i seminari su Eraclito ed Hegel tenuti in Francia dal filosofo tedesco Martin Heidegger. A partire dal 1974 è a Parigi, dove farà la conoscenza di Italo Calvino, Guy Debord e di altri intellettuali. Inizia anche a lavorare come docente presso l’Università Haute-Bretagne. Nel 1975 si sposta a Londra dove lavora per il Warburg Institute e per l’Università di Londra. Dal 1986 al 1993 dirige il Collège International de philosophie di Parigi e dal 1988 al 2003 ha svolto l’attività di docente, in qualità di professore associato di Estetica, prima all’Università di Macerata e poi all’Università di Verona. A partire dal 1994 si reca spesso nelle università americane in qualità di visiting professor. Nominato distinguished professor presso l’Università di New York, decide di abbandonare tale incarico come segno di protesta nei confronti del governo degli Stati Uniti per via delle misure di sicurezza adottate dal governo nei confronti dei cittadini stranieri che si recano negli Stati Uniti, che prevedono la registrazione delle impronte digitali e altri strumenti di controllo. Tra il 2003 e il 2009 insegna allo IUAV di Venezia. E’ autore di numerose opere, che spaziano dall’estetica alla politica.  
 

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Stanze. La parola e il fantasma nella cultura occidentale acquistano anche Rime di Guido Cavalcanti € 21.85
Stanze. La parola e il fantasma nella cultura occidentale
aggiungi
Rime
aggiungi
€ 40.55


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0L'amore tra filosofia e letteratura, 10-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo è un saggio semplicemente fondamentale. Per comprendere non solo la poesia d'amore arcaica, ma anche Baudelaire, e noi stessi. La parte finale del libro riguarda un po' tutti noi, là dove si spiega che il feticcio sostituisce l'oggetto ineludibile a cui noi tutti in qualche modo siamo coinvolti senza comprenderne bene le cause.
Ritieni utile questa recensione? SI NO