€ 7.50
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Una stanza tutta per sé

Una stanza tutta per sé

di Virginia Woolf

4.5

Fuori catalogo - Non ordinabile
Nell'ottobre del 1928 Virginia Woolf viene invitata a tenere due conferenze sul tema "Le donne e il romanzo". È l'occasione per elaborare in maniera sistematica le sue molte riflessioni su universo femminile e creatività letteraria. Il risultato è questo straordinario saggio, vero e proprio manifesto sulla condizione femminile dalle origini ai giorni nostri, che ripercorre il rapporto donna-scrittura dal punto di vista di una secolare esclusione, attraverso la doppia lente del rigore storico e della passione per la letteratura. Come poteva una donna, si chiede la scrittrice inglese, dedicarsi alla letteratura se non possedeva "denaro e una stanza tutta per sé"? Si snoda così un percorso attraverso la letteratura degli ultimi secoli che, seguendo la simbolica giornata di una scrittrice del nostro tempo, si fa lucida e asciutta riflessione sulla condizione femminile. Un classico della scrittura e del pensiero. (Con uno scritto di Marisa Bulgheroni)

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Virginia Woolf:


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.4 di 5 su 5 recensioni)

4.0Una stanza tutta per sé, 25-01-2014
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro raccoglie le riflessioni di due conferenze che l'autrice ha tenuto nel 1928, con argomento le donne e la loro relazione con la letteratura. Il viaggio che fa compiere al lettore è attento e accurato, fa riflettere ma a tratti diverte anche. La lettura di questo saggio è fondamentale, tanto per il tema importante trattato quanto per l'incantevole linguaggio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Donne e letteratura, 23-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Uno straordinario studio sulle donne e la letteratura. Ma anche una riflessione lucidissima sulla defferenza femminile e la segregazione inflitta dai modelli sociali maschili. Commovente e appassionata la scrittura. Da non mancare per le donne, ma anche per gli uomini del nostro tempo. Scritto negli anni trenta del novecento, eppure di moda ancora oggi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Uno spazio tutto per sè!, 04-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Delucidazioni circa il ruolo della donna e della donna nel campo dell'arte, della letteratura e di una qualsiasi professione.
Nel particolare il titolo allude al concetto secondo cui, una donna, per poter scrivere il proprio romanzo, deve poter avere a propria disposizione soldi a sufficienza e un proprio spazio personale che le consentano di mettere a frutto le proprie abilità letterarie e narrative.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Dignità femminile, 22-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo mervaglioso saggio sul rapporto donne-letteratura offre un ottimo spunto di riflessione per tutti coloro, anche ai giorni nostri, che non credono nelle potenzialità della donna come scrittrice, focalizzandosi sulla necessità per una donna di possedere una sua dignità non solo come "donna" ma anche come artista.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Salvifico, 05-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Una prosa fluida, da bere con gli occhi o da leggere a voce alta tanto risulta gradevole... Un'abilità e una scioltezza nello scrivere che rendono questo saggio - dedicato alla figura della donna nella letteratura - straripante di significati e messaggi da poter rendere propri.
Profondissimo ma delicato come un romanzo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO