€ 17.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La somma dei giorni

La somma dei giorni

di Isabel Allende

4.5

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: I narratori
  • Traduttore: Liverani E.
  • Data di Pubblicazione: febbraio 2008
  • EAN: 9788807017421
  • ISBN: 8807017423
  • Pagine: 315
  • Formato: brossura
Sono gli anni che seguono la morte della figlia Paula. Isabel Allende adotta la forma "diario" per fare la cronaca della famiglia, faticosamente riunita in California dal 1992 al 2006. I ricordi si intrecciano alle riflessioni sulla vita, sulla sua opera e sul mondo contemporaneo. Due leitmotiv danno coesione all'insieme: la relazione amorosa con il secondo marito Willie e l'ansia di costituire e difendere una grande tribù familiare. Con intelligenza e autoironia Isabel ci mostra le difficoltà di tenere insieme un clan variegatissimo e di dominarlo; in una sorta di messa a nudo delle proprie inclinazioni, ci dice che un'innata generosità può facilmente travalicare in esercizio di potere e controllo nelle altrui vite per modificarne il corso. Gli episodi teneri, burleschi si intrecciano a quelli tragicomici o drammatici e la narratrice esibisce una tolleranza imperturbabile per le passioni e un'intolleranza viscerale nei confronti dell'ingiustizia. Non mancano le acute riflessioni sull'incombere della terza età, sulle proprie debolezze, sulla fatica di sbagliare. Si esce dalla lettura con la sensazione di aver attraversato una grande galleria di ritratti familiari, di aver vissuto una cronaca di affetti che ci riguarda da vicino.

Note su Isabel Allende

Isabel Allende nasce in Perù nel 1942 e cresce con la madre e i due fratelli nella casa del nonno materno a Santiago, in Cile.
Nel 1956 la madre si risposa con un diplomatico, che per il suo lavoro è costretto a spostarsi spesso. La famiglia Allende, quindi, lascia il Cile e comincia a viaggiare tra Bolivia, Europa e Libano. All'età di vent'anni, una volta tornata in patria, Isabel si sposa con Michael Frìas con cui ha due figli, Paula e Nicolàs. Qui inizia la sua attività giornalistica, collaborando con la rivista femminile Paula e con quella per ragazzi Mampato.
Dopo il colpo di stato guidato da Pinochet dell'11 settembre 1973, la scrittrice lascia il Cile e si trasferisce a Caracas, in Venezuela, dove comincia a scrivere anche per il giornale El Nacional.
Nel 1983 viene pubblicato a Buenos Aires il suo romanzo d'esordio, La casa degli spiriti, in cui gli orrori della guerra fanno da sfondo e si mescolano con le vicende e gli amori di una famiglia cilena; una storia così emozionante e commovente da essere paragonata, nella narrativa sudamericana, a Cent'anni di solitudine di Gabriel Garcìa Màrquez. A questo capolavoro, seguono poi D'amore e ombra, Eva Luna e Eva Luna racconta.
Nel 1988 si trasferisce in California con il secondo marito, William Gordon, conosciuto durante un viaggio a San José. La vita del marito diviene spunto per un nuovo romanzo, Il piano infinito, così come lei stessa rivela in Il mio paese inventato. Nel 1991 la Allende perde la figlia Paula, morta dopo un lungo periodo in coma a causa di una malattia rara e gravissima, la porfiria. Pochi anni dopo, la Allende dedica alla figlia il libro Paula, in cui le dà il suo personalissimo saluto.
Tra le sue numerose pubblicazioni, è presente anche una trilogia per ragazzi dedicata ai suoi nipoti , costituita da La città delle bestie, Il Regno del Drago d'Oro e La foresta dei pigmei.
Insignita della Laurea Honoris Causa in Lingua e Letteratura, la Allende ha insegnato Letteratura presso l'University of Virginia, il Montclair College e l'University of California. Ha, inoltre, ricevuto numerose riconoscenze, tra cui il Premio Nazionale cileno per la Letteratura nel 2010.

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Isabel Allende:


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 15 recensioni)

3.0Ne ha scritti di meglio, 10-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
La Allende scrive sempre ottimamente, è sempre quindi un onore affrontare un suo libro. Questo però è un romanzo sulla sua famiglia e risulta, almeno per me, meno appassionante degli altri. Quello che ne esce è il dipinto di una donna forte, battagliera, sempre pronta a combattere per la sua famiglia e per i suoi amici, al tempo stesso sempre angosciata, dubbiosa, stressata. Opera quindi interessante, ma meglio i suoi romanzi fantastici e avventurosi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Stupendo, 16-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Non ho mai amato le autobiografie, ma Isabel racconta la storia della propria tribù allargata in maniera così impeccabile che non si può non amare questo libro. Nonostante la perdita della figlia Paula, alla quale è dedicato il testo, l'autrice non manca di esprimere il coraggio e la forza di una famiglia che ha il coraggio di rialzarsi e rinascere. Bellissimo!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Isabel, 05-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Abbiamo conosciuto Isabel Allende tramite le sue storie, i suoi personaggi, con questo libro Isabel ci racconta la sua di storia, la sua famiglia, i momenti di gioia e i momenti bui. Un bellissimo libro capace di coinvolgerci in una storia vera come solo lei sa fare. Chi ha apprezzato i sui romanzi amerà anche la sua storia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Libro stupendo! , 01-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo che definirlo vivo è poco. Un racconto pieno di vita composto da vite spassose particolari o profondamente toccanti.
Narrato con il classico stile giocoso e impeccabile che soltanto quest'autrice, donna molto interessante da poter scrivere delle memorie che non siano scontate ma, constantemente appassionanti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Come un romanzo, 14-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro è avvincente ed appassionante dalla prima all'ultima pagina. Il racconto della vita dell'autrice è come e più di un romanzo narrato alla figlia Paula. Consigliato a tutti ma soprattutto a chi ha già letto altri libri dell'Allende o ha intenzione di leggerli. Con una vita così non sorprende la sua straordinaria capacità di scrivere meravigliose storie!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La somma dei giorni, 12-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Nel finale l'autrice laacia intendere che la storia della sua eroina non è finita ancora. Vuol dire che ci aspettiamo da lei altre letture fascinose come questa, nonostante la tristezza che da lei emana per la perdita della sempre rimpianta Paula, per la gioventù che sta svanendo, per le troppe amarezze che hanno costellato la sua vita. Ma ce le trasmette in maniera dolce, accattivante e con una scrittura che pochi scrittori contemporanei hanno. E che piacevole autoironia trapela dalle sue pagine! E' sempre una gioia leggerla. Chissà se ci riserverà ancora qualche prova più impegnativa?
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Famiglia allargata, 04-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Grande come al solito Isabel Allende. In questo libro la brava scrittrice racconta alla figlia che è scomparsa gioie e dolori della nuova famiglia allargata. La scrittura è sempre piacevole e la trama molto scorrevole tanto che il libro si legge in pochissimo tempo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un libro da vivere! , 30-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Adatto a tutti quelli che nonostante gli piacciano libri di narrativa semplice raccontanto anche la vita reale. Vicende realmente accadute e sulle quali è possibile riflettere e dicuterne in compagnia. Un libro adatto anche per chi si vuole appassionare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Mi Aspettavo Di Più, 20-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro, benchè scritto benissimo, non mi ha colpita. Si tratta di una vera e propria autobiografia, mentre io speravo non lo fosse realmente: le memorie non sono proprio le mie letture preferite! Però ho continuato a leggerlo fino alla fine, andando ovviamente molto molto velocemente. Posso dire che passata la metà il racconto diventa un po' più scorrevole e anche simpatico; fanno sorridere tutti gli intrecci che si possono creare all'interno di una famiglia allargata!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La somma dei giorni, 16-12-2010, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro molto toccante e io credo nel rapporto tra le donne, quei rapporti veri come può essere quello tra sorelle per riuscire a raggiungere una felicità comune.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Bellissimo!!, 19-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
E' un romanzo bellissimo nel quale si coglie la forza di volontà di una donna che ha perso la sua ragione di vita, la figlia, ma che lotta e combatte per tenere unita la sua famiglia allargata. E' un inno alla vita e alla speranza.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Grande Umanita, 13-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Bellissimo!! Credo questo sia il suo forte il autobiografico, i libri suoi che fanno riferimenti a fatti autobiografici oppure biografici (quali Ines) li riescono benissimo. Questo libro suo e di una grande umanita risente della presenza di Paula ed e talmente sentito che sembra che lei sia presente mentre lo leggi. Dopo anni della morte di Paula con grande maturita Isabel riesce a scrivere una magnifico riassunto di sensazioni, tristezze, storie di famiglia ecc come lei solo sa fare. Chi ama i libri di Isabel deve sapere che la cosa piu bella che lei puo dare alla literattura e il suo sguardo del mondo giacche attraverso le sue esperienze rispecchia credo tanti comuni mortali.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su La somma dei giorni (15)