La solitudine del manager

La solitudine del manager

4.5

di Manuel Vázquez Montalbán


  • Prezzo: € 7.50
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Il detective privato Pepe Carvalho questa volta è alle prese con il mistero di un manager, da lui conosciuto per puro caso anni prima negli Stati Uniti, trovato morto nei dintorni di Barcellona. Nella tasca del cadavere l'assassino, in segno di sprezzo e per depistare le indagini, ha infilato un paio di slip da donna. Tanto basta alla polizia per etichettare il delitto come l'eliminazione del cliente molesto da parte del protettore di una prostituta infastidita. Ma l'arguto Carvalho, ingaggiato dalla vedova del manager perchè chiarisca il caso con la massima discrezione, scopre inevitabilmente un'altra verità... ben più scomoda.

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Manuel Vázquez Montalbán:


Dettagli del libro

  • Titolo: La solitudine del manager
  • Traduttore: Lyria H.
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: Universale economica
  • Edizione: 12
  • Data di Pubblicazione: marzo 2008
  • ISBN: 8807813203
  • ISBN-13: 9788807813207
  • Pagine: 192
  • Reparto: Gialli

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 2 recensioni)

4.0La solitudine del manager, 29-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Carvalho è l'unico detective che riesce ad appassionarmi, è un personaggio così vivo e concreto!

questa è la prima avventura che ho letto ed è stata un rivelazione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0C'è del marcio in questo mondo, 10-07-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Qui stiamo parlando di Pepe Carvalho. Non di Robert Langdon e simili. Questo è un giallo per palati fini. A voler essere sinceri, forse non è nemmeno un giallo. Carvalho in nessuno delle sue avventure si alzerà dalla sedia puntando in dito e pronunciado le fatidiche parole: TU SEI IL COLPEVOLE. No, lui non lo farà mai. C'è del marcio insito in questo mondo e lui, come qualsiasi altra persona, non è un eroe. Si limita a sopravvivere, accompagnato dai personaggi secondari meno secondari che io abbia mai incontrato in un romanzo. Come non affezionarsi a Biscuter, il piccolo sgorbietto che corre avanti e indietro facendo brum brum con la bocca, come non innamorarsi di Charo, la puttana innamorata. E poi c'è Carvalho: uno che brucia i libri, ex rosso rivoluzionario, ex agente della cia, uno che preferisce la gastronomia alla letteratura piena di bugie. In quest'avventura avrà a che fare con uno scandalo sulla carta non alla sua portata. L'omicidio di un manager, tanto in gamba quanto amante delle donne (nella peggior accezione del termine), di una delle più grandi multinazionali del mondo. E sullo sfondo, una Barcellona che si è appena liberata dell'incubo Franchista, con tutte le conseguenze del caso, rivolte cittadine, perdita di identità nazionale, in un clima perfetto per le grandi potenze economiche, che affondano le loro grinfie in politica controllando un intera nazione. Imperdibile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO