Il sogno del maratoneta. Il romanzo di Dorando Pietri

Il sogno del maratoneta. Il romanzo di Dorando Pietri

4.0

di Giuseppe Pederiali


  • Prezzo: € 11.60
  • Nostro prezzo: € 10.90
  • Risparmi: € 0.70 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Un'immagine che conosciamo tutti: un uomo barcolla faticosamente verso il traguardo della maratona all'Olimpiade di Londra, il 28 luglio 1908. Quell'uomo è Dorando Pietri, un'icona dello sport mondiale: tutti sanno che venne squalificato da quella gara perché un giudice di gara lo sorresse negli ultimi passi e che poi Alessandra, la regina d'Inghilterra, lo volle premiare ugualmente il giorno dopo con una coppa speciale. la storia del ragazzo che divenne l'atleta più famoso (e probabilmente più ricco) del suo tempo. Perché attraverso la vicenda di Pietri scopriamo che lo sport all'inizio del secolo era già un business, e che qualcuno ricorreva al doping (anche se era un doping meno sofisticato dell'attuale). La vita romanzesca e avventurosa di un «italiano vero», e uno spicchio appassionante della nostra storia e della storia dello sport.

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 2 recensioni)

4.0Il sogno del maratoneta. , 10-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
L'ottimo Pederiali prende un personaggio semisconosiuto e lo eleva al rango di un Bloom, un uomo la cui memoria era cristallizzata nella vittoria e repentina squalifica dalla maratona olimpionica del 1908, gli restituisce anima e verve emiliane e lo accompagna nelle gesta picaresche della sua vita. Il ritmo della narrazione è inizialmente rapido come il piede di Doriano Pietri, ma va man mano calando, come se l'autore non volesse accomiatarsi dal personaggio anche quando la sua esistenza si ingrigisce e si fa anonima.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il sogno del maratoneta, 06-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Pederiali opera una vera e propria resurrezione: prende un uomo la cui memoria era cristallizzata nella vittoria e repentina squalifica dalla maratona olimpionica del 1908, gli restituisce anima e verve emiliane e lo accompagna nelle gesta picaresche della sua vita. Il ritmo della narrazione è inizialmente rapido come il piede di Doriano Pietri, ma va man mano calando, come se l'autore non volesse accomiatarsi dal personaggio anche quando la sua esistenza si ingrigisce e si fa anonima.
Ritieni utile questa recensione? SI NO