€ 12.75€ 15.00
    Risparmi: € 2.25 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il sogno dei diritti umani

Il sogno dei diritti umani

di Antonio Cassese

5.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: Serie bianca
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2008
  • EAN: 9788807171581
  • ISBN: 8807171589
  • Pagine: 220
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli
Sessant'anni sono passati da quando il 10 dicembre 1948, sull'onda delle atrocità commesse nella Seconda guerra mondiale, le Nazioni Unite promossero la firma della "Dichiarazione universale dei diritti umani", da quel momento punto di riferimento imprescindibile per tutti i discorsi e gli atti volti a eliminare discriminazioni, abusi, limitazioni della libertà. Dei progressi fatti in questi decenni in materia di diritti umani, ma anche delle tante battaglie ancora aperte, Antonio Cassese è un testimone privilegiato. In lui si uniscono la competenza del giurista, una forte passione civile, l'esperienza di delegato del governo italiano in vari organi internazionali (Onu e Consiglio d'Europa), di capo degli ispettori internazionali sulla tortura, di giudice internazionale e infine di presidente della Commissione internazionale di inchiesta dell'Onu sui crimini nel Darfur. Questo libro è una scelta ragionata degli interventi pubblicati sulla stampa italiana, nel corso di quasi un trentennio, sui temi dei diritti, della guerra, della giustizia. Non sono semplici commenti all'attualità, ma riflessioni sul significato etico-politico degli avvenimenti, che forniscono al lettoreuna mappa delle principali questioni del nostro tempo.

Note su Antonio Cassese

Antonio Cassese è nato il 31 marzo del 1937 ad Atripalda, un piccolo comune campano in provincia di Avellino. Era il figlio dello storico Leopoldo Cassese. Dopo gli studi alla scuola superiore, Antonio Cassese si è iscritto all’Università di Pisa, dove ha conseguito la laurea ed è stato allievo, assieme a suo fratello Sabino, della Scuola Superiore Sant’Anna, all’epoca denominato Collegio medico-giuridico. Divenuto un esperto giurista, dopo gli studi, ha lavorato come giudice e come docente universitario, insegnando Diritto Internazionale presso l’Università degli Studi di Firenze. E’ autore di numerosi saggi e pubblicazioni sia di tipo tecnico sia a carattere divulgativo. Ha inoltre ricoperto numerosi incarichi politici. E’ stato Presidente del Comitato europeo per la prevenzione della tortura e dei trattamenti inumani o degradanti. E’ stato nominato Presidente del Tribunale Penale Internazionale per l'ex-Jugoslavia. Nel 2004 Kofi Annan lo ha nominato presidente della Commissione Internazionale d'inchiesta dell'ONU sui crimini avvenuti durante il conflitto nel Darfur. Nel marzo del 2009 è stato nominato presidente del Tribunale speciale per il Libano (TSL), l'organo di giurisdizione internazionale avente il compito di perseguire i responsabili degli attacchi terroristici in Libano, che avevano condotto, nel 2005, all'omicidio del premier Raf?q al-?ar?r?. E’ morto a Firenze il 22 ottobre del 2011.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Il sogno dei diritti umani acquistano anche Il diritto dell'Occidente. Geopolitica delle regole globali di Mauro Bussani € 16.57
Il sogno dei diritti umani
aggiungi
Il diritto dell'Occidente. Geopolitica delle regole globali
aggiungi
€ 29.32


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Minuscole onde di speranza, 01-11-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
"Il sogno dei diritti umani" è un bel libro divulgativo, accessibile a tutti anche se (o forse proprio perché) scritto da un grande internazionalista.
Il libro ripercorre i capitoli più recenti della storia della violazione dei diritti umani, una storia che purtroppo non si è ancora conclusa: ricorda il massacro di Srebrenica del 1995, quando le truppe serbe fecero strage di migliaia di musulmani bosniaci; le atrocità commesse nel Darfur; il disprezzo delle norme internazionali nel campo di prigionia di Guantanamo; Il ricorso sistematico alla tortura nel carcere di Abu Ghraib da parte dei soldati americani.
Accanto alle ombre, parla anche delle piccole luci che continuano ad alimentare il "sogno dei diritti umani": lo storico arresto di Pinochet o il processo all'ex capitano della Gestapo Klaus Barbie. Ma soprattutto parla del diffondersi del principio dell'universalità della giurisdizione, ossia dell'idea che chi commette crimini di guerra o contro l'umanità possa essere processato da qualsiasi giudice di qualsiasi Stato, proprio perché si tratta di fatti che offendono la dignità non solo delle vittime, ma dell'umanità intera. Piccole luci che Cassese definisce, riprendendo un celebre discorso di Robert Kennedy, "minuscole onde di speranza".
Insomma, il libro lancia un messaggio preciso: la strada per il pieno rispetto dei diritti umani è accidentata e ancora lunga... Ma vale la pena percorrerla!
Ritieni utile questa recensione? SI NO