€ 22.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La società a costo marginale zero. L'internet delle cose, l'ascesa del «commons» collaborativo e l'eclissi del capitalismo

La società a costo marginale zero. L'internet delle cose, l'ascesa del «commons» collaborativo e l'eclissi del capitalismo

di Jeremy Rifkin


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Saggi
  • Traduttore: Vanni L.
  • Data di Pubblicazione: settembre 2014
  • EAN: 9788804639800
  • ISBN: 8804639806
  • Pagine: 494
  • Formato: rilegato
In "La società a costo marginale zero", Jeremy Rifkin sostiene che si sta affermando sulla scena mondiale un nuovo sistema economico. L'emergere dell'Internet delle cose sta dando vita al "Commons collaborativo", il primo nuovo paradigma economico a prendere piede dall'avvento del capitalismo e del socialismo nel XIX secolo. Il Commons collaborativo sta trasformando il nostro modo di organizzare la vita economica, schiudendo la possibilità a una drastica riduzione delle disparità di reddito, democratizzando l'economia globale e dando vita a una società ecologicamente più sostenibile. Motore di questa rivoluzione del nostro modo di produrre e consumare è l'"Internet delle cose", un'infrastruttura intelligente formata dal virtuoso intreccio di Internet delle comunicazioni, Internet dell'energia e Internet della logistica, che avrà l'effetto di spingere la produttività fino al punto in cui il costo marginale di numerosi beni e servizi sarà quasi azzerato, rendendo gli uni e gli altri praticamente gratuiti, abbondanti e non più soggetti alle forze del mercato. Il diffondersi del costo marginale zero sta generando un'economia ibrida, in parte orientata al mercato capitalistico e in parte al Commons collaborativo, con ricadute sociali notevolissime. Rifkin racconta come i prosumers, consumatori diventati produttori in proprio, generano e condividono su scala laterale e paritaria informazioni, intrattenimento, energia verde e prodotti realizzati con la stampa 3D a costi marginali...

Note su Jeremy Rifkin

Jeremy Rifkin è nato a Denver, negli Stati Uniti, il 26 gennaio del 1945. Si è laureato alla facoltà di Economia della Wharton School, presso l’Università della Pennsylvania. Si è poi specializzato in Affari internazionali presso la Fletcher School of Law and Diplomacy della Tufts University. Durante gli anni Sessanta e Settanta, è stato un attivista del movimento pacifista. Nel 1969 ha fondato la Citizens Commission con l’obiettivo di denunciare i crimini di guerra avvenuti durante il conflitto in Vietnam. E’ fondatore e presidente della Foundations on Economic Trends e presidente della Greenhouse Crisis Foundation. Autore di numerosi saggi, il suo impegno politico a favore della pace e della tutela dell’ambiente si è riflesso in numerose sue opere. Jeremy Rifkin è vegetariano e il suo impegno nel settore economico e politico ha avuto ripercussioni importanti anche al di fuori dei confini degli Stati Uniti.